Russia e Turchia schierano i soccorritori dopo l’incidente del presidente Raisi

Russia e Turchia schierano i soccorritori dopo l’incidente del presidente Raisi
Russia e Turchia schierano i soccorritori dopo l’incidente del presidente Raisi
-

L’evolversi della situazione è seguito con attenzione a livello internazionale, mentre l’Iran è un attore di primo piano in Medio Oriente, regione scossa dalla guerra nella Striscia di Gaza tra Israele e Hamas

La Turchia ha inviato 32 soccorritori e sei veicoli in Iran per aiutare a cercare l’elicottero precipitato del presidente iraniano Ebrahim Raïssi, dopo che il presidente Recep Tayyip Erdogan ha offerto “tutto il supporto necessario” a Teheran.

“Trentadue persone di ricerca e soccorso in montagna e sei veicoli sono stati dispiegati” dai centri di Van ed Erzurum, nella Turchia orientale, ha annunciato il giorno X l’agenzia governativa di soccorso d’emergenza (Afad).

Squadre di quindici persone ciascuna sono “in allerta” anche nei centri di Ankara, Diyarbakir e Konya, ha aggiunto. Sono stati schierati anche un drone Akinci e un elicottero Cougar dotati di capacità di visione notturna, ha spiegato il Ministero della Difesa.

Poco prima, il capo dello Stato turco si era detto “profondamente addolorato” per l’incidente in elicottero del suo omologo e “pronto a fornire tutto il sostegno necessario”.

“A nome della mia nazione, estendo i miei migliori auguri al nostro vicino, amico e fratello, al popolo e al governo dell’Iran, e spero di ricevere buone notizie dal presidente e dalla sua delegazione il prima possibile”, ha detto aggiunto su X.

Riyadh offre a Teheran “tutta l’assistenza” necessaria

Anche Arabia Saudita, Iraq, Azerbaigian e Unione Europea hanno offerto il loro aiuto a Teheran, mentre l’Unione Europea ha annunciato di aver, “su richiesta di assistenza dell’Iran”, attivato il suo sistema di mappatura delle immagini satellitari CopernicusEMS.

Nella notte tra domenica e lunedì la Russia ha annunciato che invierà dei soccorritori in Iran per partecipare alle ricerche. La squadra “si sta dirigendo verso Tabriz”, una grande città nel nord-ovest dell’Iran, e riunisce “47 specialisti con l’attrezzatura necessaria, veicoli fuoristrada e un elicottero BO-105”, spiega Mosca.

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha ricevuto il 24 gennaio ad Ankara il suo omologo iraniano. Durante il loro incontro, Ebrahim Raïssi lo ha indirettamente invitato a rompere con Israele.

I più letti

-

NEXT Scopri dove guardare live streaming e trasmissioni televisive in India