L’epidemia di HIV nelle Fiji peggiora e richiede una risposta urgente – FBC News

L’epidemia di HIV nelle Fiji peggiora e richiede una risposta urgente – FBC News
L’epidemia di HIV nelle Fiji peggiora e richiede una risposta urgente – FBC News
-

Il numero annuale di nuovi casi di HIV è aumentato da 82 nel 2017 all’incredibile cifra di 415 nel 2023, con proiezioni che suggeriscono che i numeri potrebbero raddoppiare nuovamente nel 2024.

Il Ministero della Sanità e dei Servizi Medici sottolinea quindi l’urgente necessità di affrontare la crescente epidemia di HIV nelle Fiji.

Il segretario permanente Dr. Jemesa Tudravu, mentre presiedeva la mini-conferenza dell’Associazione medica delle Fiji durante il fine settimana, ha evidenziato tendenze e statistiche allarmanti che indicano un aumento significativo dei casi di HIV negli ultimi anni, evidenziando la necessità fondamentale di sforzi concertati per prevenire un potenziale contagio pubblico crisi sanitaria.

L’articolo continua dopo la pubblicità

Il dottor Tudravu ha condiviso dati storici, visto che il primo caso di HIV nelle Fiji è stato registrato nel 1989.

Tuttavia, afferma il dottor Tudravu, dall’inizio degli anni 2000 i numeri hanno cominciato ad aumentare in modo più marcato, con aumenti particolarmente drammatici dal 2017 in poi.

”I numeri che stiamo ottenendo sono la punta dell’iceberg. Anche questo parla della stessa cosa. Il 70% dei numeri che riceviamo sono maschi. Il 29% sono donne e l’1% si identifica con altri generi. Questo è l’altro pezzo che stiamo vedendo. Stiamo assistendo ad un cambiamento nella fascia d’età. 20 anni fa era nel gruppo dai 30 ai 58 anni. Questo è il gruppo che ha contratto l’HIV. Ora stiamo assistendo a un cambiamento. Sta diventando più giovane. E anche qui si tratta di bambini che hanno contratto l’HIV da madre a figlio. Quindi c’è un cambiamento nella fascia d’età.

Il Dott. Tudravu ha affrontato anche la questione dell’aderenza al trattamento.

Sebbene l’84% dei soggetti diagnosticati sia in trattamento, solo il 99% di questi pazienti presenta una soppressione virale, evidenziando incoerenze nell’aderenza al trattamento.

Ha sottolineato l’importanza dell’azione collettiva per combattere l’HIV, avvertendo che l’incapacità di affrontare il problema in modo efficace potrebbe avere conseguenze devastanti per le Fiji, spazzando via potenzialmente una generazione di fijiani, compresi i futuri professionisti sanitari.

Il dottor Tudravu ha chiesto una maggiore consapevolezza, migliori strategie di prevenzione e sistemi di supporto più forti per gestire e ridurre la diffusione dell’HIV nelle Fiji.

-

NEXT Scopri dove guardare live streaming e trasmissioni televisive in India