Jamie Dimon trasmette il messaggio iniziale sull’inflazione

Jamie Dimon trasmette il messaggio iniziale sull’inflazione
Jamie Dimon trasmette il messaggio iniziale sull’inflazione
-
< div>
Jamie Dimon, il decantato amministratore delegato della banca JPMorgan Chase.

KENA BETANCUR/Afp/AFP tramite Getty Images

Cosa rende Dimon così intelligente? “Ha una visione ampia del sistema finanziario e del mondo”, ha detto Bove. Nessuno vuole che ne parli, ma ha pensato a più livelli, dall’alto verso il basso fino a quanto costano i bancomat”.

Quindi, potresti essere interessato a sentire cosa dice Dimon sull’inflazione, il problema economico numero uno degli ultimi anni.

Cosa sta succedendo con l’inflazione

L’indice dei prezzi al consumo, o CPI, una popolare misura dell’inflazione, è rimasto vischioso al di sopra del 3% da quando ha raggiunto il picco del 9,1% nel giugno 2022. L’obiettivo di inflazione della Federal Reserve è del 2%, sebbene utilizzi un indicatore di prezzo diverso, il prezzo delle spese per consumi personali. Indice, o PCE, come indicatore di inflazione preferito.

Correlato: Il gestore di fondi miliardari Griffin prevede tagli dei tassi della Fed nel 2024

Mercoledì i mercati finanziari hanno festeggiato quando il governo ha annunciato che l’inflazione CPI ha registrato un tasso del 3,4%, in calo rispetto al 3,5% di marzo. I prezzi delle azioni e delle obbligazioni sono aumentati poiché alcuni investitori sono diventati più entusiasti della possibilità che una minore inflazione avrebbe presto aperto la strada a un taglio dei tassi di interesse da parte della Fed.

Ma i funzionari delle banche centrali hanno affermato che i tassi probabilmente rimarranno più alti più a lungo. “Mantenere la nostra posizione restrittiva più a lungo è prudente a questo punto, poiché acquisiamo chiarezza sul percorso dell’inflazione”, ha detto giovedì il presidente della Fed di Cleveland, Loretta Mester.

I futures sui tassi di interesse indicano che la Fed non taglierà i tassi fino a settembre, secondo il FedWatch Tool del CME. Il colosso della gestione monetaria Vanguard resta fedele alla sua convinzione che la banca centrale non si muoverà affatto quest’anno.

I dati economici più recenti “sottolineano quanto siamo lontani da ciò che chiameremmo prova di un progresso sostenibile nella lotta all’inflazione”, ha affermato Roger Aliaga-Diaz, capo economista americano di Vanguard.

Correlati: l’edilizia abitativa ha un problema più grande dei tassi di interesse

La visione dura di Jamie Dimon sull’inflazione

Anche Jamie Dimon è preoccupato per l’inflazione. “Ci sono molte forze inflazionistiche davanti a noi”, ha detto a Bloomberg Television. “L’inflazione di fondo potrebbe non scomparire come le persone si aspettano”.

La storia continua

Secondo lui, anche i tassi più alti che accompagnano l’inflazione potrebbero costituire un problema. “Se si hanno tassi più alti e – Dio non voglia – la stagflazione, si vedrà stress nel settore immobiliare, nelle società con leva finanziaria e nel credito privato”, ha detto Dimon.

Ulteriori analisi economiche:

Tassi più alti hanno implicazioni contrastanti per te. Lo svantaggio è che significano pagamenti più elevati per mutuo, auto, carta di credito e prestiti generali. Ma il lato positivo è che significano maggiori entrate dai conti di risparmio e dai fondi del mercato monetario.

“La mia opinione è che qualunque cosa il mondo stia scontando per un atterraggio morbido, probabilmente è la metà”, ha detto Dimon, riferendosi alla combinazione di inflazione più bassa e crescita economica resiliente.

“Penso che le probabilità che qualcosa vada storto siano più alte di quanto si pensi.”

Correlato: Il gestore di fondi veterano sceglie le azioni preferite per il 2024

L’autore possiede azioni di JPMorgan.

-

PREV Il MR sembra essere un grande vincitore, il PS perde notevolmente
NEXT Scopri dove guardare live streaming e trasmissioni televisive in India