“Joe il truffatore”, “disturbato”… Trump e Biden continuano a insultarsi a vicenda

“Joe il truffatore”, “disturbato”… Trump e Biden continuano a insultarsi a vicenda
“Joe il truffatore”, “disturbato”… Trump e Biden continuano a insultarsi a vicenda
-

Tra due udienze del suo processo penale a New York, l’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump (2017-2021) e candidato repubblicano sta conducendo campagna elettorale davanti ai più ferventi sostenitori del diritto di possedere armi da fuoco, consacrato dal 2° emendamento alla Costituzione americana.

Il sostegno della lobby delle armi a Trump

In viaggio a Dallas, in Texas, Trump ha ricevuto durante il suo incontro annuale il sostegno della National Rifle Association (NRA), una potente lobby con la quale il 77enne miliardario repubblicano intrattiene rapporti speciali. La NRA gli ha pagato decine di milioni di dollari per la sua campagna di successo nel 2016. Di fronte a migliaia di membri dell’organizzazione, Trump ha dichiarato che Biden è “di gran lunga il peggior presidente della storia del nostro paese” e “di alcune stronzate senza nome .”

“Sei licenziato, vattene Joe!” “, ha detto tra le risate del pubblico, dicendo loro che Biden avrebbe attaccato le loro armi da fuoco. Ha chiamato Joe Biden “Joe il truffatore”, il suo epiteto preferito per parlare del presidente, dicendo che è una “minaccia per la democrazia”.

L’attuale presidente americano è in Georgia, uno stato che ha vinto per poco nel 2020, in particolare per fare campagna elettorale con gli elettori afroamericani. “Il mio avversario non è un buon perdente. Ma è un perdente”, ha detto Joe Biden, facendo campagna elettorale in un ristorante di questo stato, ad Atlanta, aggiungendo che “la nostra democrazia è davvero in pericolo”.

Venerdì, in Minnesota, Trump ha riaffermato la sua teoria mai provata secondo cui le elezioni presidenziali del 2020, vinte dal suo rivale Joe Biden, sarebbero state truccate. Il democratico ha reagito sabato, dichiarando che il suo avversario “non è solo ossessionato dalla sconfitta del 2020. È chiaramente turbato”. “Non possiamo lasciare che quest’uomo diventi presidente. È in gioco il futuro dei nostri figli”, ha detto al pubblico riunito al Mary Mac’s Tea Room, un ristorante nella comunità nera di Atlanta.

Biden vuole vietare i fucili semiautomatici

Questa domenica Joe Biden parlerà agli studenti del Morehouse College, una famosa università della comunità afroamericana dove ha studiato l’eroe dei diritti civili Martin Luther King.

Trump ha già promesso che, se tornasse al potere, smantellerebbe le misure di regolamentazione delle armi messe in atto durante il suo mandato dall’attuale presidente Joe Biden, e che sono considerate timide dai sostenitori di un controllo più rigoroso.

Mentre Joe Biden promette di agire per vietare i fucili semiautomatici, utilizzati negli omicidi più mortali, Donald Trump promette lo status quo e vuole essere il candidato dei possessori di armi. “I democratici vogliono prendere le loro armi, e le prenderanno”, ha assicurato venerdì in Minnesota.

-

PREV Giorno del ringiovanimento: la nuova unione e il futuro dell’acero
NEXT Fiamma Arancione: lo sport per disabili al centro dell’attenzione in questa giornata olimpica