Trump si fidava più di Biden dell’inflazione, una questione importante per gli elettori, secondo i sondaggi

Trump si fidava più di Biden dell’inflazione, una questione importante per gli elettori, secondo i sondaggi
Trump si fidava più di Biden dell’inflazione, una questione importante per gli elettori, secondo i sondaggi
-

Gli adulti statunitensi si fidano dell’ex presidente Donald Trump rispetto al presidente Joe Biden sulla questione dell’inflazione con un margine a due cifre, secondo un nuovo sondaggio ABC News/Ipsos di questo mese, che ha rilevato che gli aumenti dei prezzi rimangono una delle principali preoccupazioni per gli elettori, con meno di mancano sei mesi al giorno delle elezioni.

Nel complesso, l’85% dei partecipanti al sondaggio ha affermato che l’inflazione è una questione importante, rendendola la seconda priorità tra gli adulti intervistati. La massima priorità, ovvero l’economia, riguarda anche la percezione degli aumenti dei prezzi da parte dei privati.

Su ciascuna di queste questioni, economia e inflazione, gli adulti intervistati da ABC News/Ipsos hanno dichiarato di fidarsi di Trump rispetto a Biden con un margine di 14 punti percentuali.

Gli aumenti dei prezzi hanno subito un notevole rallentamento rispetto al recente picco di circa il 9%, ma l’inflazione è ancora superiore di oltre un punto percentuale rispetto al tasso obiettivo del 2% della Federal Reserve.

Secondo i dati di questa settimana del Bureau of Labor Statistics degli Stati Uniti, l’aumento dei costi della benzina e delle case ha rappresentato il 70% degli aumenti dei prezzi del mese scorso.

“L’inflazione è qualcosa che colpisce assolutamente tutti”, ha detto a ABC News Elaine Kamarck, ricercatrice senior nel programma di studi sulla governance presso la Brookings Institution. “La gente se ne accorge, che sia ricca o povera.”

In risposta alla richiesta di commento di ABC News, la campagna di Biden ha fornito una dichiarazione in cui pubblicizzava i risultati economici del presidente

“Il presidente Biden ha realizzato ciò che Trump ha fallito nei confronti del popolo americano: 15 milioni di nuovi posti di lavoro e una disoccupazione ai minimi storici, riducendo i costi e investendo miliardi in comunità che sono state lasciate indietro per troppo tempo”, si legge nella dichiarazione.

“Tutto questo è in gioco questo novembre: se Trump metterà piede nello Studio Ovale, la sua missione sarà quella di annullare questo progresso, inviare posti di lavoro in Cina e far salire i costi alle stelle. Gli elettori vogliono un candidato che migliorare le loro vite e Joe Biden è l’unico candidato che lo farà”, aggiunge la dichiarazione.

La campagna di Trump non ha risposto alla richiesta di commento di ABC News.

Todd Fisher, 60 anni, un ingegnere automobilistico in pensione che vive a Miami, in Florida, ha detto di aver notato rapidi aumenti dei prezzi per qualsiasi cosa, dai tagli di capelli ai generi alimentari.

“Tutto continua ad andare su e su e su”, ha detto Fisher, che vive con una pensione, alla ABC News. “Non sono al verde o qualcosa del genere, ma preferirei che fosse il contrario. Sono più soldi per la banca.”

Trump è meglio attrezzato per affrontare l’inflazione, ha affermato Fisher, sottolineando che l’inizio dell’inflazione elevata nel 2021 è avvenuto sotto Biden.

“Non accadeva quando Trump era presidente”, ha detto Fisher, che si identifica come un indipendente. “Penso che sia più consapevole di quello che sta succedendo.”

Alla domanda sul rallentamento degli aumenti di prezzo iniziato nel 2022, Fisher ha affermato che si tratta ancora di aumenti di prezzo, visti gli aumenti precedenti.

“Quando l’inflazione scende, non significa necessariamente che il negozio riporterà tutto com’era prima”, ha aggiunto.

Gli analisti che hanno parlato con ABC News hanno affermato che qualsiasi presidente mantiene un controllo limitato sulla traiettoria dei prezzi, ma l’inflazione rappresenta una dura sfida politica perché i progressi compiuti sulla questione spesso vengono percepiti meno dagli elettori rispetto al problema iniziale.

“Per gli elettori, ritengono che l’aumento dell’inflazione sia estremamente importante”, ha detto ad ABC News Francesco D’Acunto, professore di finanza della Georgetown University che studia come le persone interpretano le notizie economiche. “Sentono che questo è molto problematico e negativo per le loro finanze”.

“Ma non c’è una reazione simmetrica sul fronte decrescente dell’inflazione”, ha aggiunto D’Acunto. “I prezzi continuano a crescere, ma a un ritmo più lento”.

A parte l’elevata inflazione, l’economia sta ottenendo buoni risultati anche rispetto ad altri parametri chiave. La disoccupazione è vicina al livello più basso degli ultimi 65 anni, mentre la crescita economica rimane solida e i principali indici azionari sono appena tornati dai massimi storici.

La solida performance ha messo alla prova le aspettative in un periodo prolungato di tassi di interesse elevati, che hanno fatto lievitare i tassi di interesse sui prestiti per tutto, dai mutui alle carte di credito. La Fed all’inizio di questo mese ha optato per la sesta volta consecutiva per mantenere i tassi di interesse stabili, mantenendoli a un livello visto l’ultima volta nel 2001.

Tuttavia, il 43% degli intervistati intervistati da ABC News/Ipsos ha affermato di aver peggiorato la situazione finanziaria sotto la presidenza Biden. Tra coloro che affermano di essersi mantenuti stabili dal punto di vista finanziario, Biden è in testa con un ampio margine compreso tra il 66% e il 21% di punti percentuali, come hanno mostrato i risultati del sondaggio.

Kenneth Vickers, 34 anni, costruttore di ascensori che vive a Boston, Massachusetts, ha detto che le sue finanze sono migliorate circa un anno fa quando si è iscritto a un sindacato. Ma, ha aggiunto, l’inflazione rimane una delle principali preoccupazioni.

“Io guadagno una buona quantità di soldi, ma molte altre persone no”, ha detto Vickers. “È difficile superare i problemi quotidiani, settimanali e mensili che potrebbero presentarsi quando devi pagare le bollette.”

Vickers, che si identifica come indipendente, ha affermato di confidare che Trump gestirà la questione meglio di Biden.

“Trump è un uomo d’affari”, ha aggiunto Vickers. “È stato messo a dura prova per quanto riguarda la gestione di un’impresa e il mantenimento della ricchezza.”

Anche così, Vickers ha detto che rimane indeciso su chi voterà a novembre, sottolineando altre questioni importanti per lui, come l’immigrazione e la politica estera.

-

PREV “Non faremo nulla”: che ne sarà di questo edificio emblematico di Tolone?
NEXT Nach Krebsdiagnose: Descrizione di Dance-Hymnen: Musiker Dario G gestorben