Il governo annuncia un calo di oltre il 22% nel prezzo dei fertilizzanti

Il governo annuncia un calo di oltre il 22% nel prezzo dei fertilizzanti
Il governo annuncia un calo di oltre il 22% nel prezzo dei fertilizzanti
-

Il ministro dell’Agricoltura, della Sovranità alimentare e dell’allevamento, Mabouba Diagne, ha annunciato venerdì a Dakar un calo di oltre il 22% del prezzo dei fertilizzanti per la campagna agricola 2024-2025.

Il Consiglio Nazionale di Consultazione e Cooperazione delle Popolazioni Rurali (CNCR) ha svolto un “ruolo molto attivo (…) nella preparazione e nell’analisi della selezione dei fornitori di fertilizzanti che ci ha permesso di ridurre ulteriormente il prezzo dei fertilizzanti quest’anno del 22% e del 19% per il settore del pomodoro”, ha spiegato.

Il Ministro dell’Agricoltura ha preso parte al Consiglio di Amministrazione del CNCR.

Il signor Diagne ha accolto con favore gli sforzi compiuti dalle autorità per aumentare il budget di input a 120 miliardi di FCFA. “Ciò ci ha permesso non solo di ridurre i prezzi dei fertilizzanti di oltre il 22% e di aumentare la quantità di oltre 35mila tonnellate”, ha affermato.

Secondo lui, questo calo dei prezzi è il risultato della collaborazione con il CNCR e il Ministero delle Forze Armate.

È in questo senso che sono state sviluppate strategie per aumentare le quantità di fosfati che saranno messe a disposizione degli agricoltori. “Queste 35mila tonnellate di fosfato saranno distribuite gratuitamente ai produttori”, ha affermato, sottolineando che il governo ha compiuto sforzi considerevoli per alleviare gli oneri degli operatori agricoli.

”Vorrei ribadire l’importanza per tutti i senegalesi di mettersi al lavoro. Il nostro Paese importa 1.070 miliardi di FCFA in alimenti a fronte di un budget di 7mila 42 miliardi”, ha osservato.

Queste cifre dimostrano sufficientemente la necessità di raggiungere la sovranità alimentare auspicata dalle nuove autorità per eliminare la dipendenza del Senegal dall’importazione di prodotti come riso, grano, olio, latte, zucchero, frutta e verdura, ha spiegato.

Il governo prevede di organizzare “una giornata di riflessione” con banche, produttori e operatori alla presenza “della banca centrale che svolge un ruolo estremamente importante nella regolamentazione del sistema bancario”, annuncia.

“Per il finanziamento del settore agricolo, ho già predisposto una corrispondenza con le 30 banche senegalesi e istituti di microfinanza per organizzare una giornata di riflessione”, ha assicurato.

Si tratterà di vedere come ”sostenere il settore agricolo”, ha spiegato il ministro dell’Agricoltura, della Sovranità alimentare e dell’allevamento.

Il presidente del consiglio di amministrazione del Consiglio nazionale di consultazione e cooperazione delle popolazioni rurali (CNCR), Nazirou Sall, ha elogiato lo svolgimento di questo incontro con il ministro “per la trasformazione e lo sviluppo dell’attività agro-silvo-pastorale e della pesca” .

Ha elogiato gli sforzi delle autorità pubbliche che hanno permesso di ottenere una riduzione dei prezzi dei fertilizzanti.

Nazirou Sall ha ribadito il suo impegno a sostenere il governo nell’organizzazione del Consiglio Superiore Agro-silvo-pastorale che sarà presieduto dal Capo dello Stato, Bassirou Diomaye Faye.

Ha informato il ministro del desiderio della sua organizzazione di avviare una riflessione “sui terreni agricoli”, ricordando gli sforzi del Quadro di riflessione e azione sul territorio in Senegal (CRAFS) e “tutte le proposte” che sono già sul tavolo del Consiglio il Presidente della Repubblica.

AP

-

PREV Parcoursup 2024: cosa significano le risposte dei diversi settori ai desideri?
NEXT Scopri dove guardare live streaming e trasmissioni televisive in India