In allerta rossa, la Mosella in preda alle inondazioni

In allerta rossa, la Mosella in preda alle inondazioni
In allerta rossa, la Mosella in preda alle inondazioni
-

“In 20 anni non ho mai visto una cosa del genere”: messa in allerta rossa pioggia-alluvione, la Mosella è preda di forti piogge venerdì, costringendo i vigili del fuoco a effettuare centinaia di interventi nei comuni dove l’acqua raggiunge talvolta i 40 centimetri di altezza. strade.

“Ieri sera sono riuscito a tirare fuori alcuni dei miei attrezzi, ma è un disastro: lo scaldabagno, il quadro elettrico, tutto è allagato, non funziona più niente”, si lamenta all’AFP Christian Vivin, residente a Boulay-Moselle da 12 anni, notando la sua cantina sommersa fino a 2,40 metri di altezza.
“Il y a de l’eau plus haut que moi, c’est la première fois que ça m’arrive. On avait déjà eu des petits problèmes d’inondation, d’égouts, mais pas comme ça”, témoigne-t- egli.
Diverse strade sono bloccate in questa cittadina di 5.000 abitanti a est di Metz, dove i vigili del fuoco sono intervenuti in gran numero per le operazioni di pompaggio: l’acqua raggiunge già la parte superiore delle ruote delle auto, e le piogge continuano.
“In 20 anni non ho mai visto una cosa del genere, non è mai stata così intensa qui”, conferma Valérie Henrion. Situata sulle alture del paese, la sua casa finora è stata meglio conservata, ma lei è preoccupata. “Si prevede che pioverà per diversi giorni, quindi non finirà presto”, anticipa.
Il ministro degli Interni, Gérald Darmanin, si è rivolto ai mosellani sulla rete sociale La polizia invita i residenti a restare a casa e a “sollevare oggetti di valore” per limitare i danni, chiamando i vigili del fuoco solo “in casi di effettiva necessità”.
– da 80 a 100 millimetri di precipitazione –
In un comunicato diffuso all’inizio del pomeriggio, i vigili del fuoco del dipartimento indicano che “sono colpiti quasi 177 comuni”. La zona si è ampliata e riguarda ora i settori di Boulay, Saint-Avold, Sarreguemines e Bouzonville, precisano.
“Più di 500 interventi in corso”, hanno annunciato, mobilitando 400 agenti e 290 risorse materiali, “tra cui squadre specializzate nel salvataggio acquatico e subacqueo”.
“I residenti in queste zone dovrebbero aspettarsi condizioni meteorologiche difficili”, avevano già annunciato in precedenza.
Météo-France segnala un episodio di pioggia “in una piccola porzione nord-orientale del Paese” e ha classificato sotto vigilanza arancione i dipartimenti limitrofi di Meurthe-et-Moselle, Vosges e Basso-Reno.
“Le quantità d’acqua previste durante l’episodio sono riviste al rialzo. Saranno dell’ordine di 80 e 100 millimetri dalla regione di Thionville fino all’Alsazia bossue. Sul Basso Reno gli accumuli sono da 70 a 90 mm, sono previsti nell’estremo a nord del dipartimento, 40 e 70 mm più a sud», indica l’organismo di previsione.
Le piogge dovrebbero attenuarsi gradualmente venerdì sera man mano che si spostano verso nord.
– L’università è stata evacuata –
Chiusa al traffico anche una parte dell’autostrada A4, che collega Parigi a Strasburgo, ha indicato il prefetto della Mosella sul suo account X, così come un tratto della A320 verso la Germania, e la A35 che attraversa l’Alsazia da nord a sud.
Secondo il Républicain Lorrain, i genitori degli studenti erano chiamati a ritirare i loro figli in diverse scuole o collegi, come a Bouzonville o Falck.
Il collegio di Diemeringen, nel Basso Reno, ha dovuto essere evacuato e l’accesso al villaggio è stato bloccato.
In questo reparto, secondo la prefettura, alle 15.30 erano in corso un centinaio di interventi di emergenza, in particolare per “sgomberare le strade”, mobilitando 120 vigili del fuoco e 50 automezzi. Una decina le strade dipartimentali sono chiuse al traffico.
Il picco della piena è previsto tra la fine della giornata e la notte.

Di James EDGAR e Oliver HOTHAM – © 2024 AFP

Notizie dal mondo, Afp

-

PREV Pornografia online | L’NDP non renderà nota la sua posizione sul disegno di legge
NEXT Con Bart Simpson in die EM: ZDF-Moderatorin sorgt mit Sockenwahl für Aufsehen