Multa da 400mila euro per il comparatore energetico Selectra

-

Selectra è stata multata di 400.000 euro per pratiche commerciali ingannevoli. L’accusa è in particolare di aver promosso un fornitore di energia proponendo sconti inesistenti.

Una sanzione sporca. Selectra, comparatore in particolare di offerte energetiche, è stata condannata a pagare una multa di 400mila euro per pratiche commerciali ingannevoli. Una multa che l’azienda ha accettato di pagare, indica venerdì un comunicato stampa di Fraud Repression.

Selectra è accusata in particolare di aver promosso un fornitore di energia presentando sconti inesistenti, dichiarazioni che lasciavano intendere che le offerte erano economicamente vantaggiose e un linguaggio che nascondeva il fatto che il prezzo del kWh era superiore alla tariffa regolamentata secondo le informazioni diffuse dalla stessa Direzione Generale per la Concorrenza, il Consumo e la Repressione delle Frodi (DGCCRF).

Selectra si è impegnata a interrompere le sue pratiche

Questo è il risultato di un’indagine condotta da Fraud Repression tra il 2020 e il 2022. Essa accusa inoltre Selectra di aver nascosto le sue intenzioni commerciali per ottenere l’inserimento di link commerciali sui siti di organizzazioni pubbliche che intendevano informare i consumatori.

Mathieu BRUCKMULLER
Mathieu BRUCKMULLER

Dopo un master in diritto sociale a Rennes e un terzo ciclo in informazione economica e sociale a Paris-Dauphine, Mathieu Bruckmller… Leggi di più

Segui Mathieu

MoneyVox / MB con AFP / maggio 2024

-

PREV Euro 2024: dove vedere le partite della nazionale francese di calcio a Le Mans?
NEXT Perché Macronie mente quando dice che FI è un partito di estrema sinistra?