Il Benin autorizza temporaneamente il carico di greggio nigerino a Sèmè Kpodji

-
Patrizio Talon

COTONOU, 15 maggio (Xinhua) – Il governo del Benin ha autorizzato temporaneamente il carico di petrolio greggio nigeriano dal terminal Sèmè Kpodji, lo ha annunciato mercoledì a Cotonou il ministro delle Acque e delle Miniere, Samou Seïdou Adambi.

Ricordiamo che lunedì 6 maggio il governo beninese ha deciso di bloccare il carico del greggio proveniente dal Niger dal terminal di Sèmè Kpodji, pretendendo l’apertura delle frontiere tra i due Paesi, soprattutto lato nigeriano.

Le autorità del Benin hanno preso questa decisione a causa dell’intransigenza dei loro omologhi nigerini, che non volevano aprire le frontiere terrestri con il Benin.

I capi di Stato dei paesi membri della Comunità economica degli Stati dell’Africa occidentale, riunitisi il 24 febbraio ad Abuja, hanno infatti deciso di revocare gran parte delle sanzioni economiche imposte a Niamey in seguito al colpo di stato militare avvenuto nel luglio 2023 in Niger. .

Dopo questo vertice di Abuja, il presidente del Benin Patrice Talon ha ordinato l’apertura, dalla parte del Benin, delle frontiere terrestri tra i due paesi. Tuttavia, sul lato del Niger restano ancora imposte le barriere al confine.

Da notare che i primi litri di petrolio greggio pompati ad Agadem, in Niger, sono sbarcati negli impianti della stazione terminale dell’oleodotto Sèmè-Podji, nell’aprile 2024. Si prevede quindi che 90.000 barili di petrolio ogni giorno verranno trasportati attraverso il Benigno. Con questa decisione del governo beninese, le navi destinate a subentrare nell’esportazione di questo petrolio vengono bloccate. FINE

Fonte: https://french.news.cn/

Commenti tramite Facebook:

-

PREV DIRETTO. Bayer Leverkusen – AS Roma: segui in diretta il ritorno delle semifinali di Europa League
NEXT Notizie sull’indice del dollaro USA (DXY): potenziali tagli dei tassi si profilano mentre aumentano le richieste di sussidio di disoccupazione