La CCI Costa d’Oro/Saona et Loira si mobilita per sostenere i tabaccai – info-chalon.com

La CCI Costa d’Oro/Saona et Loira si mobilita per sostenere i tabaccai – info-chalon.com
La CCI Costa d’Oro/Saona et Loira si mobilita per sostenere i tabaccai – info-chalon.com
-

Il calo del consumo di tabacco francese è al centro delle preoccupazioni dei tabaccai in termini di incidenza sul fatturato. Il fondo di aiuto alla trasformazione dei tabaccai lanciato nel 2018 è stato prorogato fino al 2027.

Questo fondo costituisce un aiuto finanziario accessibile a tutti i tabaccai che desiderano dare nuovo slancio alla propria attività diversificando la propria gamma di prodotti e servizi e creando insediamenti esterni ed interni attraenti ed efficienti. Le Camere di Commercio e Industria e la Confederazione Nazionale Tabaccherie collaborano dal 2019 per diversificare l’attività delle tabaccherie affinché diventino imprese di utilità locale. Nel giugno 2023 hanno firmato il rinnovo della partnership fino al 2027 nell’ambito del piano di trasformazione della professione con l’idea di sostenere 10.000 tabaccai entro il 2027.

Alla presenza di Philippe ROUBALLAY, presidente della delegazione Saône-et-Loire della CCI, Fabienne AOUIDAT, presidente della Federazione dei tabaccai della Côte-d’Or, e Florence CLAUDON, Presidente della Federazione dei tabaccai del Saône-et -Loire, la CCI Côte-d’Or, la CCI Côte-d’Or / Saône-et-Loire e le due federazioni dei tabaccai della Côte-d’Or e della Saône-et-Loire hanno deciso di avviare un partenariato per sostenere i tabaccai di entrambi i dipartimenti nella loro trasformazione aiutandoli a reinventare il loro punto vendita e ad integrare nuove offerte e servizi adatti al loro ambiente.

In cosa consiste esattamente?

Questo aiuto è destinato a finanziare investimenti che consentano alla tabaccheria di trasformarsi in un’impresa locale, di utilità locale, capace di trasformarsi per essere più attraente e offrire una gamma più ampia di prodotti e servizi.

La trasformazione delle tabaccherie ci invita ad offrire nuovi prodotti ad una clientela più ampia (anziani, turisti, giovani adulti, ecc.) come snack, generi alimentari, prodotti high-tech, caffè da asporto, ecc. o nuovi servizi come l’apertura un conto bancario, ritirare pacchi o perché no vendere biglietti del treno. Questo sussidio è destinato anche a finanziare azioni di ristrutturazione del luogo e di miglioramento dell’estetica interna ed esterna del punto vendita con l’idea di creare un luogo di prossimità e convivialità, soprattutto in un ambiente rurale.

Il costo della verifica è coperto al 100% dal fondo di trasformazione dei tabaccai purché il tabaccaio si impegni a realizzare lavori di ammodernamento. In caso contrario, la revisione viene rimborsata al 50%.

Al termine della verifica, il tabaccaio, assistito dalla Confederazione, presenta la sua pratica alla dogana per l’elaborazione della sua richiesta. Se accettato, il tabaccaio potrà ricevere un sussidio dal 30% al 50% dell’importo del suo progetto fino a un limite di 33.000 euro.

-

PREV Il prezzo fisso è più vantaggioso del prezzo promozionale?
NEXT Yoro, il PSG sta andando avanti e il prezzo sta diventando più chiaro!