Dopo la notte, le emergenze dell’ospedale Laval vengono regolate anche durante il giorno

Dopo la notte, le emergenze dell’ospedale Laval vengono regolate anche durante il giorno
Dopo la notte, le emergenze dell’ospedale Laval vengono regolate anche durante il giorno
-

Nei primi quattro mesi dell’anno le emergenze di Laval sono state chiuso o regolamentato per circa cinquanta notti. Ma la novità è che la regolamentazione si fa anche alla luce del sole, come afferma Caroline Brémaud, ex capo del pronto soccorso di Laval e fondatrice del movimento dei Gilet Bianchi. È stata ospite del 6/9 di France Bleu Mayenne questo giovedì 16 maggio.

“La situazione sta peggiorando e sta scomparendo anche la comunicazione sulla situazione. Si è deciso di non comunicare più i giorni di chiusura al grande pubblico. Da quello che mi è stato detto l’ultima volta che ne abbiamo parlato, era che a volte capitava Infatti le date che ci erano state fornite non erano esatte, perché il giorno prima per il giorno successivo abbiamo trovato un sostituto Quindi alla fine siamo riusciti ad aprire completamente, oppure abbiamo chiuso perché c’era una chiusura improvvisa in un altro stabilimento quindi cambiamo la strategia in modo che ci siano almeno due servizi di emergenza aperti. Quindi non era necessariamente un riflesso della realtà. Ma penso che potremmo fare una comunicazione regolare a posteriori alla fine di ogni mese in modo che le persone continuino a rendersene conto che la situazione è grave, sta addirittura peggiorando poiché nei primi quattro mesi abbiamo avuto alcuni giorni in cui abbiamo filtrato le voci.”

Crisi professionali

Emergenze che si stanno spezzando e la situazione sta esaurendo i mediciCaroline Brémaud è allarmata. “Abbiamo avuto due partenze effettive a maggio. Abbiamo due medici che hanno cambiato specialità. La crisi professionale continua, stremati dal lavoro difficile. Ma ci sono anche buone notizie. Abbiamo assunto per il mese di settembre un giovane professionista che si è laureato l’anno scorso , che ha impiegato un anno per fare sostituzioni qua e là e che ha scelto di stabilirsi con noi e di venire da noi è un’ottima notizia, ma questo non compensa le due partenze.

-

PREV Giornata dell’Africa: “L’Africa ha voce in capitolo, ha cose da offrire”
NEXT Calcio. No, Robert Lewandowski non vincerà il Pallone d’Oro 2020