Rivolte in Nuova Caledonia: cosa cambia lo stato di emergenza

Rivolte in Nuova Caledonia: cosa cambia lo stato di emergenza
Descriptive text here
-

Rinforzi di gendarmi, GIGN e agenti della polizia Raid sono stati inviati in Nuova Caledonia ancor prima che fosse proclamato lo stato di emergenza.

Questa è la settima volta in 70 anni che viene dichiarato lo stato di emergenza, e la seconda volta in Nuova Caledonia.

Negli anni ’80 rimase in vigore nell’arcipelago per quasi sei mesi.

A bordo di un A330, alla base di Istres, 25 ore di volo hanno atteso mercoledì decine di rinforzi diretti in Nuova Caledonia. La loro missione: ripristinare l’ordine il più rapidamente possibile e attuare lo stato di emergenza sul posto. Un regime giuridico grazie al quale lo Stato potrà più facilmente vietare manifestazioni, effettuare perquisizioni amministrative e soprattutto imporre arresti domiciliari in tutto l’arcipelago.

“Durante questo periodo di minaccia, in qualche modo non vivrai in un regime normale che implicherà più controlli, più rispetto per le libertà, ma sarai più efficiente e più veloce nel mantenere la sicurezza”, spiega nella relazione in apertura di questo articolo Anne-Charlène Bezzina, costituzionalista e docente di diritto all’Università di Rouen-Normandie.

Ripristinare l’ordine e sostenere le 1.800 forze di sicurezza locali: cinque squadroni della gendarmeria, due sezioni del CRS-8, agenti del GIGN e del RAID. In totale, quasi 500 agenti di polizia e gendarmi sono partiti dalla Metropoli, trasportati in aereo da soldati incaricati anche di mettere in sicurezza l’aeroporto di Nouméa senza essere mobilitati ai posti di blocco.

Questa è la settima volta in 70 anni che viene dichiarato lo stato di emergenza, e la seconda volta in Nuova Caledonia. Negli anni ’80 rimase in vigore nell’arcipelago per quasi sei mesi. Il decreto adottato questa sera in Consiglio dei ministri prevede che si applichi per dodici giorni. Per estenderlo oltre, il governo dovrà richiedere un voto al Parlamento.


La redazione di TF1 Report M. Desmoulins, F. Fernandez

-

PREV tariffe, letture dei contatori, alloggi collettivi, spieghiamo come funziona
NEXT Il ministro della Difesa israeliano annuncia che ulteriori truppe entreranno a Rafah