Morte di Denis Chambe, figura della vita politica di Saint-Etienne

Morte di Denis Chambe, figura della vita politica di Saint-Etienne
Morte di Denis Chambe, figura della vita politica di Saint-Etienne
-

Questo ex dirigente d’azienda ha iniziato la sua vita politica locale nel 2001, sedendo nel consiglio comunale di Saint-Etienne. Nel 2014 diventa vicesindaco e fa parte anche del comitato intercomunale.

Il centrista sarà anche consigliere regionale dal 2004 al 2010. Il consiglio comunale di Saint-Etienne dovrà nominare un successore. La sua morte al termine di una lunga malattia che ha affrontato con discrezione e coraggio è stata accolta dal prefetto della Loira, dall’amico Lionel Boucher e dagli oppositori del gruppo di Saint-Etienne Demain che sottolineano la sua “rettitudine e la sua abilità” .

La sua sostituzione nel consiglio comunale di Saint-Etienne non sarà facile. Alla fine della lista restano davvero solo tre possibilità: Maryse Durafour, Jacques Plaine e Jean-Philippe Terme. Difficile immaginare queste tre personalità entrare a far parte di una squadra municipale di piombo.

Una soluzione potrebbe essere quella delle dimissioni dei funzionari eletti dall’UDI, che porterebbero a nuove elezioni. Una cosa è certa: il girone dei dieci perde un elemento importante.

_________________________

Reazione del signor VINCENT
Ex sindaco di Saint-Étienne e presidente di Saint-Étienne Métropole.

Ho appreso con grande emozione della morte di Denis Chambe. Dal 2001 al 2017, abbiamo lavorato fianco a fianco, talvolta contrapponendoci, sui banchi del consiglio comunale di Saint-Etienne, della metropoli e del consiglio regionale del Rodano-Alpi.

Lontano dalle posizioni politiche, amava occuparsi della sostanza delle questioni, nella coerenza e nella fedeltà ai suoi valori umanisti. Pragmatico, il suo impegno politico lo ha portato a privilegiare il concreto, l’efficienza, molto più dell’ideologia anche se il suo attaccamento alle idee centriste non è mai variato. Nella maggioranza come nell’opposizione durante il mio mandato, è rimasto un eletto rispettato per la credibilità delle sue argomentazioni e per l’empatia che naturalmente sprigionava.

La nostra città sta perdendo una delle figure politiche più impegnate degli ultimi anni. Alla sua famiglia e ai suoi cari invio le mie dolorose condoglianze e tutto il mio sostegno.

-

PREV “Tutto era pronto per assistere ad un disastro”, secondo Luis Enrique, ma Parigi ha comunque vinto
NEXT A Le Croisic, Hublot dedica una giornata a Viggo Mortensen