“Tutto era pronto per assistere ad un disastro”, secondo Luis Enrique, ma Parigi ha comunque vinto

“Tutto era pronto per assistere ad un disastro”, secondo Luis Enrique, ma Parigi ha comunque vinto
“Tutto era pronto per assistere ad un disastro”, secondo Luis Enrique, ma Parigi ha comunque vinto
-

Lo ha avvertito martedì in una conferenza stampa. Anche se il PSG avrebbe giocato due partite di campionato senza grossi rischi, perché già campione, Luis Enrique voleva che i suoi giocatori non si mollassero. Soprattutto per la partita di mercoledì sera a Nizza. E l’allenatore spagnolo, privato soprattutto di Kylian Mbappé e Ousmane Dembélé, si è fatto sentire e ha assaporato la vittoria della sua squadra all’Allianz Riviera (1-2).

Allo spagnolo è piaciuto il comportamento della sua squadra perché “c’erano tutte le circostanze per testimoniare un disastro per Parigi”, ha spiegato in conferenza stampa. Il Nizza è una squadra di alto livello, con un allenatore top, di cui mi piacciono molto le idee di gioco. Tutto si è riunito per una partita molto difficile. Ma la squadra ha dimostrato la volontà di lottare. La vittoria è meritata in un contesto difficile. »

Luis Enrique ha ovviamente apprezzato l’incontro con Bradley Barcola, che “ha dimostrato, in questa stagione fin dall’inizio, di essere in grado di giocare ad alto livello. Stasera è stato magnifico in attacco e in difesa”. L’ex Lionese è stato marcatore, passatore decisivo e ha causato l’espulsione di un giocatore del Nizza. Non è solo l’allenatore spagnolo ad averlo apprezzato. Non è Didier Deschamps?

-

PREV Consiglio Generale del PLQ | Un “rigore” di bilancio ispirato agli anni di Couillard
NEXT Pontarlier. Gli studenti delle scuole superiori di Saint-Bénigne vincono il premio “preferito”.