La Borsa di Parigi ritarda dopo la buona notizia dell’inflazione americana, una doccia fredda per Ubisoft

La Borsa di Parigi ritarda dopo la buona notizia dell’inflazione americana, una doccia fredda per Ubisoft
La Borsa di Parigi ritarda dopo la buona notizia dell’inflazione americana, una doccia fredda per Ubisoft
-

La Borsa di Parigi interrompe nuovamente il suo rialzo nel corso del mese, ma la tendenza di fondo resta positiva, con l’inflazione americana che ha riacceso le speculazioni su due tagli dei tassi da parte della Federal Reserve quest’anno.

Intorno alle 9:15, il Cac 40 ha perso lo 0,15% a 8.225,8 punti.

Wall Street potrebbe guadagnare qualche frazione in più questo giovedì dopo che l’S&P 500 ha chiuso a più di 5.300 punti per la prima volta nella sua storia. I futures sui fondi federali prevedono una riduzione dei tassi di interesse di 52 punti base quest’anno, con il primo allentamento pienamente incorporato per settembre. L’indice dei prezzi al consumo, esclusi i costi alimentari ed energetici, è aumentato dello 0,3% ad aprile rispetto a marzo, in linea con le aspettative di consenso, ma ponendo fine a una serie di mesi di dati migliori del previsto che avevano alimentato il timore di un’inflazione che prendeva piede. Anche la misura su base annua ha subito un rallentamento, raggiungendo il ritmo di crescita più lento degli ultimi tre anni. I dati separati sulle vendite al dettaglio hanno indicato un certo indebolimento della domanda dei consumatori che aveva sostenuto l’economia nei trimestri precedenti.

Il PIL giapponese diventa rosso

La Fed probabilmente aspetterà di vedere ulteriori prove del fatto che l’inflazione sia tornata su un percorso discendente prima di convincersi di poter abbassare i tassi di interesse. Tuttavia, i dati di mercoledì dovrebbero iniziare a spostare la conversazione verso “quando” la Fed taglierà i tassi nel 2024 piuttosto che “se” lo farà. ha risposto Josh Jamner, analista di strategie di investimento presso Clearbridge Investments. I dati sembrano indicare che l’atterraggio morbido continua, il che dovrebbe aiutare a stabilizzare i mercati azionari che hanno visto una certa volatilità in aprile quando hanno preso piede i timori di un “no-landing” più inflazionistico “.

Il prossimo rapporto sull’indice dei prezzi al consumo sarà pubblicato esattamente il giorno in cui la Fed si riunirà per decidere i tassi di interesse, il 12 giugno. Prima di ciò, i banchieri centrali avranno preso nota anche del loro indicatore di inflazione preferito, il deflatore PCE, la cui pubblicazione è prevista per il 31 maggio. Questo giovedì, alle 14:30, ci siamo concentrati sulle richieste di disoccupazione, sull’indice di attività della Fed di Filadelfia e sulle statistiche immobiliari.

La seduta è stata positiva per i principali mercati asiatici, compreso il Giappone, dove il Nikkei ha guadagnato l’1,4%. L’economia giapponese si è contratta più del previsto nel primo trimestre (-2% annualizzato, rispetto al -1,2% previsto) dopo aver ristagnato negli ultimi mesi del 2023, il che complica la situazione per la banca centrale, impegnata a normalizzare la propria politica monetaria. I consumi delle famiglie sono in calo da quattro trimestri consecutivi a fronte del continuo impatto dell’elevata inflazione e del calo dei salari reali. “ La Banca del Giappone non può ignorare questi dati sul PIL. Questo non è affatto il tipo di situazione che ti consente di aumentare immediatamente i tuoi tassi di interesseha stimato Nobuyasu Atago, capo economista dell’istituto di ricerca economica Rakuten Securities. Non penso che possano agire a luglio. Dovrebbero attendere la pubblicazione del PIL del secondo trimestre in agosto “.

Elior alza il target di redditività

Le pubblicazioni proseguono entro valori medi. Ubisoft perde l’8,7% dopo aver rivelato i suoi conti trimestrali e annuali. Per il trimestre in corso, l’editore di videogiochi prevede un fatturato netto, pari al fatturato, di circa 275 milioni di euro, mentre nel quarto trimestre ammontava a 872,7 milioni. Gli analisti di Bloomberg Intelligence considerano caute le proiezioni trimestrali del gruppo, date le solide prospettive per i giochi del catalogo precedente e il rilascio del gioco XDefiant.

Elior vola del 13% dopo aver aumentato le previsioni di margine di utile operativo riclassificato rettificato per l’esercizio finanziario che si concluderà a fine settembre 2024, mentre questa misura di redditività è più che raddoppiata nel primo semestre a 100 milioni di euro.

Vallourec ha perso oltre il 5,5% mentre il suo fatturato è diminuito del 26% nel primo trimestre, a causa in particolare del calo dei volumi a seguito della chiusura dei siti di laminazione europei e del calo delle consegne di tubi per il settore del petrolio e del gas in Nord America.

-

PREV FWC – NBC 6 Florida meridionale
NEXT lo slogan shock per avvertire del rischio di chiusura dei progetti di integrazione e della fine di 140 posti di lavoro