Tra iniezioni, medicazioni e parole rassicuranti, una giornata con un’infermiera liberale di Yvelines – Libération

Tra iniezioni, medicazioni e parole rassicuranti, una giornata con un’infermiera liberale di Yvelines – Libération
Tra iniezioni, medicazioni e parole rassicuranti, una giornata con un’infermiera liberale di Yvelines – Libération
-

Segnalazione

Articolo riservato agli abbonati

Gli infermieri liberali si mobilitano nuovamente questo giovedì, 16 maggio, in diverse città della Francia, per sensibilizzare sulle loro condizioni di lavoro, ottenere più riconoscimenti e un aumento dei prezzi. “Libération” ne ha seguito uno durante la sua tournée, a Poissy.

Abbiamo pensato che lo strumento di lavoro essenziale di un’infermiera liberale sarebbe stata la sua valigetta, piena di attrezzature sanitarie. Ma una mattinata con Muriel Boutet ha seppellito questo cliché: senza la sua Dacia bianca, era impossibile percorrere le strade di Poissy (Yvelines) e vedere tutti i suoi pazienti. Esci anche dall’immagine della camicetta bianca: pile nero e jeans sono più comodi. Quel lunedì, i suoi primi giri la portarono davanti al palazzo di Michelle. 6:45 L’assistente sanitaria, 65 anni, salta fuori dall’auto e va velocemente a cercare il suo paziente. Sorrisi e sguardi complici. Michelle soffre di sclerosi multipla e la parte inferiore del suo corpo è paralizzata da venticinque anni. Da allora, ogni tour di Muriel inizia in questa stanza piccola e ordinata, sotto la luce soffusa di una lampada da comodino dove un lettino medico e una scrivania piena di farmaci, bende e protezioni si affiancano alle foto di famiglia. “Oh cavolo, guarda il tuo bacino!” L’infermiera la solleva per la prima volta. Muriel può sembrare piccola, ma non mostra alcuna difficoltà e mantiene quel sorriso che le crea una fossetta sulla guancia. L’abitudine.

Con quarant’anni di pratica professionale al suo attivo, Muriel ha visto la sua professione cambiare. Nelle azioni vengono ora coinvolti esami del sangue, iniezioni intramuscolari o medicazioni

-

PREV Chi è Dinaa, questa cantante di Tolosa la cui canzone “Lisa” ha appena superato il milione di ascolti?
NEXT Calcio – Ligue 2. Possibile proseguimento, Thomas Callens titolare, Lucas Buades assente…: cosa sapere prima di Rodez