Il Cremlino afferma che la conferenza svizzera sull’Ucraina è inutile

Il Cremlino afferma che la conferenza svizzera sull’Ucraina è inutile
Il Cremlino afferma che la conferenza svizzera sull’Ucraina è inutile
-

Il Cremlino ha affermato che il vertice previsto dalla Svizzera, che spera di aprire la strada al processo di pace in Ucraina, sarebbe inutile senza la partecipazione della Russia.

“Senza la Russia, non ha assolutamente senso discutere di questioni di sicurezza che ci preoccupano”, ha detto al quotidiano russo Izvestia il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.

“È molto probabile che si tratterà di vuota scolastica, senza alcuna prospettiva di ottenere almeno un risultato tangibile”, ha aggiunto Peskov.

La Russia ha già dichiarato di non vedere il motivo di una conferenza organizzata dalla Svizzera per discutere la soluzione del conflitto ucraino e alla quale Mosca per il momento non è invitata.

Mercoledì la Svizzera ha dichiarato che più di 50 paesi si erano registrati per il vertice che si terrà il 15 e 16 giugno vicino alla città svizzera di Lucerna.

Sta ancora cercando di convincere altri paesi del “Sud del mondo” e la Cina ad aderire.

“Un approccio equilibrato da parte cinese può dare dignità a qualsiasi conferenza, dal nostro punto di vista, ma non aggiungerà nulla all’efficacia di questo particolare evento”, ha detto Peskov.

Paesi del Sudamerica, dell’Africa e del Medio Oriente hanno confermato la loro partecipazione, ha affermato la presidentessa svizzera Viola Amherd, che a gennaio aveva accettato di ospitare il vertice su richiesta del presidente ucraino Volodymyr Zelenskiy.

-

PREV Il dollaro neozelandese continua il declino, i rendimenti obbligazionari scendono mentre il mercato del lavoro si allenta
NEXT Nuova Caledonia: vasta operazione per riportare l’ordine, “a tutti i costi”