LIVE – Attacco a un furgone della prigione: Gérald Darmanin intraprende un’azione legale dopo la fuga delle immagini

LIVE – Attacco a un furgone della prigione: Gérald Darmanin intraprende un’azione legale dopo la fuga delle immagini
LIVE – Attacco a un furgone della prigione: Gérald Darmanin intraprende un’azione legale dopo la fuga delle immagini
-

Gérald Darmanin ha avviato mercoledì un’azione legale per indagare sulla fuga di immagini di Incarville (Eure) sui social network.

È stato proprio in questo casello autostradale che ha avuto luogo l’attacco mortale al furgone della prigione.

Trova le informazioni più recenti.

Un rapporto contro la diffusione di immagini scioccanti. Mercoledì 15 maggio, il ministro degli Interni, Gérald Darmanin, ha avviato un’azione legale per indagare sulla fuga sui social network di immagini del pedaggio di Incarville nell’Eure. È stato in questa stazione che è avvenuto l’attacco mortale al furgone della prigione, ha appreso l’AFP da coloro che lo circondavano. “Il ministro degli Interni ha presentato un articolo 40 alla procura di Parigi contro i video trapelati del pedaggio di Incarville”, disse l’entourage.

L’articolo 40 del codice di procedura penale impone a qualsiasi autorità a conoscenza di un reato o di un reato di denunciarlo al tribunale. La denuncia si basa, secondo chi lo circonda, sull’articolo 226-21 del Codice penale che punisce “il fatto, da parte di chiunque detenga dati personali (…), di distogliere tali informazioni dal loro scopo”, reato punito con cinque anni di reclusione e 300.000 euro di multa. Interrogata dall’AFP, la procura di Parigi non ha risposto immediatamente.


La redazione di TF1info

-

PREV Nell’ovest del Paese, l’attenuazione del vento dà finalmente tregua ai vigili del fuoco
NEXT Delphine Colas (Famiglie numerose) parla del suo dimagrimento dopo aver raggiunto “pesi record”