Donald Trump e Joe Biden dibatteranno a giugno e settembre

Donald Trump e Joe Biden dibatteranno a giugno e settembre
Descriptive text here
-

I favoriti per le elezioni presidenziali americane di novembre, Joe Biden e Donald Trump, dibatteranno per la prima volta il 27 giugno sul canale americano CNN. Si incontreranno di nuovo anche a settembre su ABC.

“Joe Biden è il peggior dibattitore che abbia mai affrontato!” Prima ancora di entrare nell’arena, Donald Trump dà il tono. L’ex presidente americano e il suo successore hanno confermato mercoledì 15 maggio lo svolgimento del loro primo dibattito in vista delle elezioni presidenziali di novembre.

È sul canale americano di notizie continue CNN che si confronteranno i due favoriti dei due maggiori schieramenti. L’appuntamento è fissato per il 27 giugno, come indicato dalla media company in un comunicato. Tenendo conto della differenza oraria, in Francia lo scambio dovrebbe avvenire intorno alle 4 del mattino.

Questo duello si svolgerà senza pubblico secondo questo comunicato stampa del canale. Si svolgerà ad Atlanta, in Georgia. Mercoledì è stato confermato anche un secondo dibattito. Si svolgerà il 10 settembre sul canale concorrente della CNN, ABC.

L’ex presidente ha poi assicurato a Truth Social di aver accettato un terzo dibattito, il 2 ottobre su Fox News, un canale popolare tra i conservatori. Ma Joe Biden non ha commentato subito questa possibilità.

“Rendimi felice, amico.”

“Donald Trump ha perso due dibattiti contro di me nel 2020. Da allora non si è più presentato a un dibattito. Ora si comporta come se volesse discutere di nuovo con me. Bene, assecondami, amico”, ha detto Joe Biden al suo avversario in un messaggio pubblicato prima dell’annuncio.

“Pronti a combattere”, ha risposto immediatamente Donald Trump tramite il suo Truth Social network.

I due candidati scaldano la salsa di un’elezione che si avvicina rapidamente. Un recente sondaggio del New York Times, tuttavia, ha dimostrato il significativo vantaggio di Donald Trump sul suo rivale, con quest’ultimo che ha il controllo su più stati considerati “stati indecisi” nelle sue intenzioni di voto.

I più letti

-

PREV Situazione “più calma” questo venerdì, ma restano alcuni quartieri da “recuperare”
NEXT la lista che i lussemburghesi dovranno affrontare