Immagini della NASA che rivelano il vero colore degli oceani

Immagini della NASA che rivelano il vero colore degli oceani
Immagini della NASA che rivelano il vero colore degli oceani
-

Le acque della Terra possono esserlo blu, ovviamente, ma anche beige. In effetti ci sono così tante sfumature di blu, sfumature di verde e colori intermedi quello finisce per rimanere stupito dai colori palatati presenti. A febbraio, la NASA ha lanciato il satellite PACE (Plankton, Aerosol, Cloud, ocean Ecosystem) con il quale ha catturato immagini non solo delle superfici acquose del nostro pianeta, ma anche immagini che offrono una prospettiva completamente nuova della superficie terrestre che può ora essere consultato sul suo sito web.

Uno dei colori più strani è il seguente verde, causato dalla presenza di fitoplancton. In questa immagine del Golfo di Oman, un’alta concentrazione di questo organismo (Noctiluca scintillans) che secondo la NASA emerge “massicciamente” durante l’inverno in questa zona.

In Nuova Zelandacome in altri luoghi rilevati dalla NASA, le coste sono circondate da bordi turchesi, colore che può essere dovuto alla presenza di sedimenti provenienti dal fondale marino, agitato dalle onde e dalle maree. Questi sedimenti alimentano popolazioni di piccole alghe che, a loro volta, costituiscono cibo per il fitoplancton. Si crea così un menù microscopico e marino che dona colore alle coste della Nuova Zelanda.

Come sarà l’acqua, viola o rosa? Ecco la risposta. In questa immagine della Cina meridionale, modificata da PACE per individuare gli elementi presenti, le nuvole ghiacciate e la neve sono viola, le nuvole liquide sono rosa e l’acqua è nera. E ci sono più colori: il terreno arido è marrone e la vegetazione è rosso granato. La versione a colori reali dell’immagine (la seconda immagine sotto), tuttavia, mostra quello che sembra essere un semplice sistema di nuvole “bianche”.

In quest’ultima immagine puoi vedere un colore beige a destra di un frammento d’acqua nella parte destra dell’immagine, che appartiene al Lago d’Aral, una massa acquosa che un tempo era il quarto lago più grande del mondo. Nel 1960, l’Unione Sovietica deviò l’acqua per irrigare i raccolti, provocando la fuoriuscita di aerosol dal letto esposto del lago. “Un grave pericolo per la salute pubblica, gran parte della polvere è contaminata da sostanze chimiche”, spiega la NASA.

Quanto sopra è solo una piccola selezione delle 36 immagini pubblicate nella Galleria “First Light” di PACE. Sentiti libero di visitare il sito web del team della NASA e fare il tour globale delle immagini dell’Ocean Color Instrument (OCI) di PACE.

-

PREV LIVE – Guerra a Gaza: Washington sospende la consegna di bombe a Israele di fronte alle “preoccupazioni” su Rafah
NEXT NOTIZIE | La polizia condivide un messaggio urgente a seguito di un incidente estremamente inquietante avvenuto ieri sera in un villaggio dell’Herefordshire