Qual è il piano di uscita della Vallonia dalla povertà?

Qual è il piano di uscita della Vallonia dalla povertà?
Qual è il piano di uscita della Vallonia dalla povertà?
-

In conformità con la Dichiarazione Politica Regionale, il Governo vallone è fermamente impegnato a ridurre la povertà e a garantire ad ogni cittadino una vita dignitosa. Il 25 novembre 2021 è stato compiuto un passo cruciale con l’accordo sul piano per uscire dalla povertà, con una dotazione di 482 milioni di euro, stanziati fino al 2024.

Quali sono gli obiettivi del piano per uscire dalla povertà?

L’obiettivo centrale del piano di uscita dalla povertà del governo vallone è fornire ai cittadini gli strumenti necessari per uscire gradualmente dalla povertà. Mira non solo ad alleviare le difficoltà finanziarie immediate degli individui, ma anche a creare condizioni durature per la loro autonomia e benessere. Concentrandosi sulla progressiva eliminazione della povertà anziché limitarsi a gestirne gli effetti, questo piano segna un cambiamento di paradigma ambizioso e olistico.

Il piano è strutturato attorno a due componenti principali:

1. Persiana trasversale:

Questa componente comprende misure che si applicano a tutte le competenze valloni, integrando un approccio globale e coerente alla lotta alla povertà. Implica il coordinamento tra vari settori come l’economia, l’occupazione, l’istruzione, la sanità e i servizi sociali. Integrando queste aree, la componente trasversale mira a creare un ambiente favorevole in cui tutte le iniziative contribuiscono a un obiettivo comune: migliorare la qualità della vita dei cittadini più vulnerabili.

2. Componente politica sociale:

Questa componente è più mirata e si compone di 28 azioni specifiche, raggruppate attorno a tre assi principali:

– Accesso all’integrazione socioprofessionale:

Uno dei principali fattori per sfuggire alla povertà è l’accesso a un’occupazione stabile e dignitosa. Il piano prevede misure per facilitare l’accesso alla formazione professionale, sostenere l’ottenimento di certificazioni e diplomi riconosciuti e creare opportunità di lavoro in settori promettenti. Mira inoltre a eliminare gli ostacoli all’occupazione, come la mancanza di qualifiche, la difficoltà a ottenere la patente di guida o la necessità di servizi di assistenza all’infanzia accessibili e di qualità.

– Accesso all’alloggio:

Alloggi stabili e a prezzi accessibili sono fondamentali per la sicurezza e il benessere delle famiglie. Il piano prevede l’incremento dell’offerta di social housing e il sostegno alle agenzie immobiliari sociali. Comprende anche sussidi per l’affitto per le famiglie in attesa di alloggi sociali, incentivi fiscali per incoraggiare i proprietari ad affittare le loro proprietà a prezzi accessibili e strategie per prevenire i senzatetto.

– Accesso al benessere:

Quest’ultimo asse si concentra sugli aspetti sociali e sanitari che influenzano direttamente la qualità della vita. Comprende iniziative per rafforzare le strutture sanitarie, fornire assistenza sanitaria accessibile e di qualità e promuovere un’alimentazione sana nelle scuole. Si stanno inoltre compiendo sforzi per migliorare l’accesso ai servizi sociali e ridurre le disuguaglianze nella sanità e nell’istruzione.

Combinando queste due componenti, il piano per porre fine alla povertà mira a creare un quadro integrato in cui le politiche economiche, sociali e sanitarie si sostengono a vicenda. L’obiettivo è fornire aiuti immediati costruendo solide basi per un futuro senza povertà in Vallonia.

Quali sono le misure chiave di questo piano per uscire dalla povertà?

Il piano di uscita dalla povertà del governo vallone comprende diverse misure concrete volte a offrire sostegno diretto e creare condizioni favorevoli per un’uscita sostenibile dalla povertà. Ecco alcuni dei parametri chiave:

– Assistenza patente di guida:

È prevista un’assistenza specifica per le persone in situazioni precarie che seguono una formazione che porta a professioni carenti o con futuro. Questo aiuto è destinato anche ai lavoratori del settore dei voucher di servizio. L’obiettivo è rimuovere gli ostacoli all’occupazione facilitando la mobilità delle persone interessate, rendendo così più accessibile l’accesso alle opportunità professionali.

– Trasporto pubblico gratuito:

Viene attuata una misura progressiva di trasporto pubblico gratuito per i giovani fino a 25 anni, per le persone di età pari o superiore a 65 anni e per i gruppi vulnerabili. Questa iniziativa mira a ridurre i costi di trasporto, rendendo gli spostamenti quotidiani più accessibili e facilitando l’accesso al lavoro, all’istruzione e ai servizi sanitari.

– Indennità per l’affitto:

Potranno beneficiare di un’indennità per l’affitto le famiglie con reddito precario e in attesa di un alloggio sociale da un certo periodo di tempo. Questa assistenza mira a ridurre l’onere finanziario legato all’alloggio, consentendo alle famiglie di vivere in condizioni più dignitose in attesa di accedere all’edilizia sociale.

– Aumento dell’offerta di alloggi:

Il piano prevede di rafforzare le agenzie immobiliari sociali (AIS) offrendo loro supporto finanziario e amministrativo. Vengono inoltre messi in atto incentivi fiscali per incoraggiare i proprietari ad affittare le loro proprietà attraverso queste agenzie, aumentando così l’offerta di alloggi a prezzi accessibili e di qualità.

– Strategia contro i senzatetto:

È in fase di attuazione una strategia coordinata in Vallonia per ridurre il numero dei senzatetto. Questa strategia comprende misure di prevenzione, sostegno e reinserimento, volte a offrire soluzioni sostenibili adatte ai bisogni delle persone in situazioni precarie.

– Rafforzare i centri medici:

Per migliorare l’accesso all’assistenza sanitaria, il piano prevede l’integrazione di nuovi operatori sanitari nelle strutture sanitarie. Ciò rafforzerà i servizi sanitari di prima linea, garantendo una copertura medica più ampia e di migliore qualità per le popolazioni vulnerabili.

– Snack salutari gratuiti:

Nelle scuole materne ed elementari situate in zone a basso indice socioeconomico verranno distribuite gratuitamente merendine salutari. Questa misura mira a migliorare l’alimentazione dei bambini, contribuendo così alla loro salute e alla loro capacità di apprendimento.

– Creazione di “One-Stop-Shop”:

Verranno creati punti di servizio locali, chiamati “One-Stop-Shop”, per aiutare le persone in cerca di lavoro a superare gli ostacoli specifici che incontrano. Questi centri offriranno supporto personalizzato e risorse per facilitare l’integrazione professionale delle persone in cerca di lavoro.

Queste misure illustrano l’impegno del governo vallone a creare un ambiente in cui ogni cittadino abbia i mezzi per sfuggire alla povertà e vivere una vita dignitosa. Combinando azioni immediate con strategie a lungo termine, questo piano mira a sradicare la povertà in Vallonia in modo progressivo e sostenibile.

Perché un piano del genere?

Le statistiche IWEPS hanno rivelato un aumento delle disuguaglianze socioeconomiche in Vallonia tra il 2004 e il 2019, con un notevole peggioramento nel 2018 e nel 2019. La crisi sanitaria COVID-19 ha esacerbato queste disuguaglianze, colpendo duramente le popolazioni precarie.

Di fronte a questa situazione, il governo vallone ha messo in atto misure concrete per mitigare gli effetti della crisi. Le prime proiezioni per il 2020 mostrano che queste misure hanno contribuito a limitare i danni, anche se la situazione rimane critica. Anche le devastanti inondazioni del 2021 hanno esacerbato gli squilibri, rendendo questo piano ancora più essenziale.

Il piano di uscita dalla povertà del governo vallone è un’iniziativa ambiziosa e necessaria per combattere la povertà in modo sostenibile. Investendo sull’integrazione socio-professionale, sull’edilizia abitativa e sul benessere, questo piano mira a offrire a ciascun cittadino gli strumenti per una vita migliore e più stabile. Con un bilancio consistente e misure ben definite, si tratta di un passo significativo verso una Vallonia più equa e unita.

-

PREV Costo, redditività, durata… Queste 6 domande che ti poni (o meno) sull’acquisto di un’auto elettrica
NEXT La Borsa di Parigi chiude con un nuovo record dopo l’inflazione americana | TV5MONDE