“Tentato omicidio”, ferita da arma da fuoco: cosa sappiamo dell’aggressione al premier Robert Fico

“Tentato omicidio”, ferita da arma da fuoco: cosa sappiamo dell’aggressione al premier Robert Fico
“Tentato omicidio”, ferita da arma da fuoco: cosa sappiamo dell’aggressione al premier Robert Fico
-

Il primo ministro slovacco Robert Fico si trova “tra la vita e la morte” dopo essere stato ferito da diversi proiettili mercoledì 15 maggio, al termine di una riunione del gabinetto, ha dichiarato il governo del paese dell’Europa centrale.

Robert Fico, un populista nominato primo ministro l’anno scorso e il cui alleato è stato recentemente eletto presidente, è “tra la vita e la morte”, secondo il governo.

Secondo la sua pagina Facebook ufficiale, gli hanno sparato “diverse volte”. “Attualmente viene trasportato in elicottero a Banska Bystrica”, cittadina della Slovacchia centrale, ha precisato ulteriormente il governo in un comunicato stampa.

L’attacco è avvenuto dopo una riunione del gabinetto a Handlova, nella Slovacchia centrale, secondo il quotidiano Dennik N, il cui giornalista ha visto il capo del governo portato via in un’auto dalle guardie del corpo. Secondo il giornale, il sospetto assassino è stato arrestato dalla polizia. “Oggi, dopo la riunione del governo a Handlova, c’è stato un attentato al primo ministro”, ha confermato il governo.

“Confermiamo l’attacco al primo ministro”, ha detto all’AFP anche il portavoce della polizia Matej Neumann. Il signor Fico è stato prima trasportato all’ospedale di Handlova, nel “unità di chirurgia vascolare”, ha detto all’AFP la direttrice della struttura, Marta Eckhardtova, che non ha fornito dettagli sulla natura delle sue ferite.

La presidente slovacca Zuzana Caputova ha condannato l’attacco “brutale e irresponsabile”. “Sono scioccato. Auguro a Robert Fico tanta forza in questo momento critico per riprendersi da questo attacco”, “brutale e irresponsabile”, ha detto il presidente uscente in un comunicato stampa.

Emozione forte in Europa

I vertici delle istituzioni dell’Unione Europea hanno reagito con forza alla notizia. La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha deplorato lo “spregevole attacco” al primo ministro slovacco.

“Tali atti di violenza non hanno posto nella nostra società e minano la democrazia, il nostro bene comune più prezioso. I miei pensieri vanno al Primo Ministro Fico e alla sua famiglia”, ha scritto il presidente della Commissione su X.

“Niente potrà mai giustificare la violenza o tali attacchi”, ha sottolineato anche il presidente del Consiglio europeo Charles Michel.

Anche la presidente del Parlamento europeo Roberta Metsola si è detta “scioccata dall’orribile attacco” al leader slovacco. “A nome del Parlamento europeo, condanno questo atto di violenza”, ha aggiunto il funzionario maltese.

Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg si è detto “sgomento”. In Ungheria, che confina con la Slovacchia, il primo ministro Viktor Orban si è detto “profondamente scioccato dall’atroce attacco perpetrato contro il mio amico, il primo ministro Robert Fico”. Il leader ha aggiunto sulla rete X di pregare “per la sua salute e la sua pronta guarigione”.

“La violenza non può avere posto”

Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj ha denunciato lo “spaventoso” attacco al primo ministro slovacco, un populista che ha rilasciato dichiarazioni considerate favorevoli alla Russia prima di adottare negli ultimi mesi toni più concilianti.

Il cancelliere tedesco Olaf Scholz, da parte sua, si è detto “sconvolto dall’attacco codardo”. “La violenza non può avere posto nella politica europea. In queste ore, il mio pensiero va a Robert Fico, alla famiglia e ai cittadini slovacchi”, ha aggiunto su X network.

Il capo del governo italiano Giorgia Meloni si è dichiarato “scioccato” da questo “vile attacco” ed ha espresso “la più ferma condanna di ogni forma di violenza e di attacco ai principi basilari della democrazia e della libertà”.

Attacco a un furgone: “cooperazione internazionale”, intervistati i parenti di Mohamed Amra… Come è organizzata la caccia

Con l’AFP

-

PREV Liberazione Collettiva e Solidarietà, onora i movimenti di resistenza urgenti
NEXT Castanetta. “Le jumping de Sever”: una giornata equestre eccezionale e divertente