Il presidente della Rete senegalese delle organizzazioni degli utenti delle due ruote si fa avanti e chiede la regolarizzazione del loro settore

-

Un motociclista di Jakarta ha perso la vita lunedì scorso sull’asfalto nei pressi della scuola Mariama Niass. Ennesimo incidente in cui le principali vittime sono gli automobilisti delle due ruote. Una situazione deplorevole che suscita l’ira del presidente della Rete senegalese delle organizzazioni degli utenti delle due ruote.

Su iRadio, infatti, Mamadou Ndiaye critica il comportamento dei motociclisti e dei conducenti dei trasporti e chiede allo Stato di regolarizzare il loro settore. “Il comportamento degli autisti lascia a desiderare. Le due ruote escono da tutte le parti. Hanno tagliato la strada senza motivo. Guidano senza casco e non rispettano nessuna misura di sicurezza”, ammette.
Mamadou Ndiaye deplora anche la difficile convivenza tra loro e gli autisti di altri mezzi di trasporto. E per limitare i danni, il presidente della Rete senegalese delle organizzazioni degli utenti delle due ruote lancia un appello alle autorità competenti.
“Chiediamo al presidente Diomaye e al ministro di vigilanza El Malick Ndiaye di cercare di regolarizzare il nostro settore. Formando i giovani affinché possano avere la patente. Con l’entrata in circolazione oggi della BRT, il rischio di incidenti che coinvolgono i motocicli è più alto che mai. Per questo invito gli automobilisti a restare vigili e soprattutto a rispettare il Codice della Strada”, afferma.

Articolo precedenteBurkina: incontri nazionali a fine maggio per decidere il proseguimento della transizione

Articolo successivoCalo dei beni di consumo: i panettieri affermano di non essere stati consultati

-

PREV Ares 21: a che ora e su quale canale vedere i combattimenti in diretta?
NEXT La NASA premia tre narratori per aver raccontato la saga spaziale americana