il sindaco di Avallon (Yonne) esce di prigione

il sindaco di Avallon (Yonne) esce di prigione
il sindaco di Avallon (Yonne) esce di prigione
-

Secondo Yonne repubblicana, il sindaco di Avallon Jamilah Habsaoui è stato rilasciato dal carcere martedì 14 maggio. L’eletto, posto sotto controllo giudiziario, resta comunque indagato per “detenzione e complicità nell’offerta o nello spaccio di sostanze stupefacenti”.

Gli avvocati di Jamilah Habsaoui avevano presentato ricorso contro la decisione del giudice delle libertà e della detenzione, che aveva incarcerato il funzionario eletto il 10 aprile nel centro di detenzione preventiva di Digione (Côte-d’Or).

Arriva il rilascio di Jamilah Habsaoui” previo parere favorevole della pubblica accusa, secondo un ordine del giorno inizialmente concordato con il gip e il giudice delle libertà e della detenzione “, ha detto all’AFP Hugues de Phily, procuratore di Auxerre.

La prescelta «afferma sempre la sua innocenza»

Ricordiamo che la funzionaria eletta è stata arrestata il 7 aprile dopo una serie di perquisizioni effettuate in diversi luoghi, compresa la sua casa. I gendarmi hanno trovato 70 kg di cannabis, 983 g di cocaina, 20 lingotti d’oro (di cui 18 falsi) e più di 7.000 euro in contanti. Sono state incriminate altre cinque persone, tra cui i due fratelli del sindaco di Avallon. Uno di loro ha ammesso di aver trafficato con la droga, ma ha assicurato che sua sorella non era coinvolta.

Jamilah Habsaoui ha negato agli investigatori di essere a conoscenza della conservazione della droga nella casa di famiglia. Lei ” mantiene ancora la sua innocenza in questa vicenda », Ha dichiarato questo mercoledì Me Florian Grigis, uno dei suoi avvocati.

-

PREV questo è ciò che contiene il piano sociale della Migros
NEXT Mentre i server sono chiusi, questi tre giocatori rimangono su questi leggendari giochi Wii U e si rifiutano di andarsene!