“Le Petit Georges Besse” raccoglie premi

“Le Petit Georges Besse” raccoglie premi
“Le Petit Georges Besse” raccoglie premi
-

Quando Il piccolo George Besse è nato, sette anni fa, il compito degli insegnanti del collegio di Loches di far lavorare gli studenti Segpa in modo diverso, rispetto ai 4ein difficoltà accademiche. “Era un progetto di un ex collega, che era in pensione. Voleva far scrivere i suoi studenti, per motivarli”sottolinea Christine Cholière, professoressa bibliotecaria, che ospita docenti supervisori con Céline Chevret e Manuela Da Silva.

Un lavoro ora premiato ogni anno dal Centro per l’educazione ai media e all’informazione (Clémi) dell’Educazione Nazionale, nell’ambito del concorso Médiatiks. Quest’anno non fa eccezione: l’ultimo numero del giornale universitario ha vinto il primo premio accademico nella sua categoria. Come lo scorso anno, che aprì le porte al concorso nazionale.

“Molto sorpreso di vincere una seconda volta”

Questo numero, pubblicato lo scorso autunno, evidenziava l’Irlanda come filo conduttore. Un argomento caldo quando gli studenti hanno iniziato a lavorarci. “Era il periodo dei Mondiali di rugby e i rugbisti irlandesi avevano il loro campo base a Tours”, sviluppa Christine Cholière. Gli scolari hanno parlato di rugby ma anche della cultura irlandese e della storia del paese. “Hanno lavorato al CDI e in classe, da documenti cartacei o su Internet”continua l’insegnante.

Un lavoro che ha convinto la giuria regionale, che ha apprezzato la scelta delle angolazioni, il format dell’intervista proposto e la scelta di un argomento legato alla cronaca locale. “Abbiamo fatto affidamento sui commenti che ci sono stati fatti l’anno scorso per migliorare. » Quest’anno ci sono ancora margini di miglioramento, in particolare per quanto riguarda la dimensione delle foto o delle didascalie per facilitare la lettura. “Siamo rimasti molto sorpresi di vincere una seconda volta”ammette Lana, una delle giornaliste in erba.

Membri della giuria

Questa volta non ci sarà alcuna competizione nazionale ma ancora meglio. Lana e Mathis, uno dei suoi compagni, con gli insegnanti, saranno membri della giuria di Médiatiks che si riunirà martedì 21 maggio 2024. Si incontreranno dall’altra parte della barriera per premiare produzioni provenienti da tutto il mondo. Francia. “Non capita spesso di poter andare a Parigi. È stressante ma è un’opportunità per far parte della giuria”ammette Lana.

Una giornata durante la quale scopriranno la redazione di France 2, presso la sede di France Télévisions, prima della cerimonia di premiazione a fine giornata. Questo è quanto è stato comunicato agli abitanti di Loch, che scopriranno sul posto i criteri e la griglia di valutazione.

-

PREV La Nuova Caledonia in preda a violente rivolte
NEXT L’attività di Gamestop steigt wieder krass: Dieser Mann ist der Grund