Loira. Denis Chambe, vicesindaco di Saint-Étienne, se n’è andato

Loira. Denis Chambe, vicesindaco di Saint-Étienne, se n’è andato
Descriptive text here
-

Ne sarà stato degno fino al suo ultimo respiro. Preoccupato per il bene comune, pensava continuamente ai progetti che portava avanti ma, sapendo che la fine si avvicinava, trasmetteva i suoi messaggi affinché l’opera compiuta fosse completata. Con la discrezione e la distinzione che lo caratterizzavano.

Eletto al Comune dal 2001

Denis Chambe è morto nella notte tra martedì 14 e mercoledì 15 maggio, a seguito di una lunga malattia. Aveva 75 anni. È stato viceresponsabile delle relazioni internazionali e della gestione del patrimonio presso il municipio di Saint-Étienne. Prima di ciò ha ricoperto numerosi incarichi.

Imprenditore, è entrato in politica dopo un’intensa vita professionale come dirigente internazionale in grandi gruppi industriali. È eletto alla città di Saint-Etienne dal 2001.

Incarnava la famiglia centrista di Saint-Étienne

Consigliere comunale poi vicesindaco dal 2014, consigliere comunale dal 2008, Denis Chambe è stato anche consigliere regionale dal 2004 al 2010.

In ciascuna delle sue missioni, aveva una linea guida. Quello di creare un collegamento tra il mondo delle imprese e quello delle istituzioni avendo come ambiti privilegiati l’economia e le relazioni internazionali.

Coinvolto in numerosi progetti, è stato per molti anni anche presidente del gruppo scolastico Saint-Louis e amministratore di una mutua francese.

Sposato con Blandine, dalla quale era inseparabile, e padre di tre figli, Damien, Olivier e Benjamin, Denis Chambe era un uomo convinto. Difensore dei valori umanisti e di una società in cui i valori morali del rispetto, della giustizia e della tolleranza erano essenziali, incarnava con i suoi amici Gilles Artigues e Lionel Boucher la famiglia centrista di Saint-Étienne.

Dopo aver appreso la notizia della sua scomparsa, la tristezza va ben oltre la sua famiglia.

-

PREV Il ministro federale della Difesa afferma che le strategie di reclutamento militare stanno già dando i loro frutti
NEXT “Gefragt – Gejagt”-Folge sorgt für Ärger- ARD react