“Vedere Yard Act è stato come guardare uno strano Ghost Of Christmas Future”

“Vedere Yard Act è stato come guardare uno strano Ghost Of Christmas Future”
“Vedere Yard Act è stato come guardare uno strano Ghost Of Christmas Future”
-

Ha parlato con Eddie Argos di Art Brut ZikNation sulla nuova compilation e sul cofanetto della sua band, sulle faide e le scoperte dei sordidi anni indie, sulla sua recente esperienza di pre-morte e su come Yard Act sia il suo Ghost Of Christmas Future.

Il mese scorso, i veterani della musica indie hanno annunciato la compilation “A Record Collection, Reduced to a Mixtape” e il cofanetto di cinque CD “Yes, This Is My Singing Voice!” “.

“Un bel punto di riferimento”, ha detto Argos ZikNation esce. “Sono passati 20 anni di Art Brut. Penso che la nostra musica abbia un certo significato in questo momento. La musica indie da urlo è di nuovo di moda, non è vero? »

La compilation in doppio LP raccoglie le tracce chiave dei quattro album iniziali della band, dall’album di debutto del 2005, “Bang Bang Rock & Roll”, a “Brilliant!” » da Tragic!’ del 2011 e il loro quinto album da ‘Wham! Sbattere! Uffa! Divertiamoci! ”, oltre a brani dal vivo e rarità. Tracce che includono il singolo “Formed A Band” e i preferiti successivi tra cui “Emily Kane”, “Nag Nag Nag”, “Axl Rose” e una versione live di “Modern Art”.

Il cofanetto, la prima parte di una serie completa di due cofanetti, si concentra sul loro debutto del 2003-2008, raccogliendo l’album di debutto e il seguito del 2007 “It’s A Bit Complicated”, insieme a bootleg, B-side, demo e alternative. mix inediti e registrazioni dal vivo. Si prevede che le uscite saranno accompagnate da un tour nel Regno Unito e in Germania a settembre e ottobre.

“È bello vedere quanto la gente sia entusiasta che suoniamo di nuovo”, ha detto Argos del ritorno della band. “C’era un divario tra il primo set di dischi e ‘Wham!’ Sbattere! Uffa! Andiamo! “. In questa violazione, sono stato davvero malato, sono quasi morto. Ho avuto la diverticolite. È orribile.

“Mi sono svegliato dopo l’operazione e tutti i medici mi stringevano la mano e mi abbracciavano. All’epoca dissi al mio partner: “Sono molto carini”. “Oh sì, ti hanno appena salvato la vita.”

In questo spirito di riflessione, ha dichiarato Argos ZikNazione sulle faide passate, sui consigli per gli Hives e sulla loro influenza sullo sprechgesang.

Dai un’occhiata alla nostra intervista completa qui sotto.

ZikNation: Ciao Eddie. Guardando indietro agli anni 2000 per la compilation e il cofanetto, “indie squallido” era un termine giusto per la scena?

Argos: “Ero lì accanto all’orinatoio, ma non credo che ne facessimo veramente parte. Sto uscendo da questa immagine. Sono al bar dall’altra parte della strada. Per molte di queste persone era piuttosto orientato alla carriera, ma era emozionante far parte di una band. Eravamo davvero strani. Cantavamo sulla formazione di una band o sull’arte moderna. Ero ossessionato da Jonathan Richman, non andavamo molto d’accordo.

“Non eravamo abbastanza rock per essere come i Libertines e non eravamo abbastanza da scuola d’arte per stare con i Franz Ferdinand, quindi eravamo un po’ a metà, cercando di fare amicizia con i Franz Ferdinand e scappando. lontano dai ragazzi dei Libertines.

Vi considerate dei provocatori?

” Non proprio. Voglio dire, ero un po’ chiacchierone. Ho combattuto con parecchi gruppi. “Formed A Band” è stato il nostro primo singolo e doveva essere solo un demo, ma poi la Rough Trade l’ha ascoltato. Quindi eravamo relativamente nuovi quando le persone hanno iniziato a chiedermi delle cose. Quando ho letto il ZikNation e ne parlavo, senza essere lì, ero lo stesso: ‘Beh, è ​​una schifezza, qual è il problema?’ Ero scontroso per tutto. Quindi ovviamente, quando mi è stato chiesto delle band, sono stato onesto.

“All’epoca non avevo un laptop – quella cosa con Kele (Okereke, il cantante dei Bloc Party che colpì Argos come rappresaglia per i suoi commenti sulla band), non capivo davvero che quando c’è qualcosa su Internet, chiunque può leggerlo. e venire per te. Quindi ho detto questa cosa del Bloc Party e per questo sono finito nei guai. Ho imparato abbastanza velocemente. Ho scritto una cosa al riguardo intitolata “Mi dispiace di essere uno stronzo” o qualcosa del genere. Forse è più bello avere amici che fanno parte di un gruppo anche se siete completamente diversi tra loro. Ma questo è semplicemente essere un vecchio.

Emily Kane ti ha mai contattato per la canzone che le hai dedicato?

” Sì. Avevamo ancora amici in comune, io ed Emily, e quando uscì il singolo il nostro manager disse: “Dovresti contattarla prima che venga trasmesso alla radio”. Molto ottimista da parte sua. Quindi ho ricevuto il suo numero da un’amica e lei mi ha mandato un messaggio.

Era già sposata. È magico però. Questo accadeva prima di Internet. Non la vedo molto spesso, ma è un po’ tornata nella mia vita. Questo è il potere del rock’n’roll. Abbiamo iniziato a suonarlo dal vivo e la gente diceva: “La mia Emily Kane è Sarah Tal dei tali”. Ecco perché ora scrivo in modo così autobiografico, credo, perché è una sensazione così bella avere persone che vengono da te e ti dicono: “Oh, lascia che ti parli di questo”. Pensano di conoscerti. Crea molta dipendenza.

E Axl Rose?

“Non ha preso contatti. È divertente che i miei due eroi quando ero più giovane fossero Morrissey e Axl Rose, e uno è molto di sinistra adesso e l’altro è molto di destra e non è come penseresti. Ho dovuto smettere di apprezzarne uno e non è quello che pensi.

Vuoi ancora un I migliori pop il ritorno?

” Sì, naturalmente. Mi manca guardarlo. I migliori pop è stato un po’ come Partita del giornosoprattutto negli anni ’90, quando una delle tue squadre è nella Top 10, come Pulp è la numero due… Se lo avessi fatto I migliori pop adesso e lo Yard Act era in corso I migliori pop, diresti: “Sì, è stato uno dei miei ragazzi”. Mi manca. Qualcuno mi ha fatto entrare, penso siano stati i Mystery Jets. Hanno suonato una versione natalizia di I migliori pop e nella loro palla di neve avevano una mia foto. Sono entrato in questo modo.

Cosa ne pensi dello Yard Act?

“Li ho visti giocare la settimana scorsa. Sicuramente avevano visto (il film dal vivo dei Talking Heads) Smettila di dare senso dall’ultima volta che li ho visti. Era come guardare uno strano fantasma del futuro Natale o qualcosa del genere. Sono i più vicini a noi, credo.

Sei stato tu a ispirare l’attuale tendenza sprechgesang?

“È in circolazione da un po’. Pensavo di cantare quando l’ho fatto. Non sapevo di non cantare finché non ho letto una recensione. È bello essere 20 anni in anticipo sui tempi.

Che ricordi hai della presa dell’America?

“Questa è stata la vera sorpresa. Era strano perché a seconda di dove eravamo nel mondo, le persone avevano un’idea diversa di noi. In America eravamo come gli hipster, in Inghilterra eravamo un gruppo indie medio, un po’ strano, in Germania eravamo intellettuali. In America eravamo su Conan O’Brien e abbiamo girato uno spot per la T-Mobile che è andato in onda durante i Grammy. IDLES continua ora con Conan O’Brien e il giorno dopo c’è un video su YouTube. Non esisteva nel momento in cui lo stavamo facendo, quindi la gente non lo sapeva davvero.

“Sono tornato da un soggiorno di due mesi in America e ho detto: ‘Ho fatto tutto quello’ e sembravo un matto, come se fossi nella rimessa in fondo al mio giardino a inventare cose. Daniel Radcliffe è stato ospite di (Conan) ed era un grande fan dell’Art Brut. Ha detto “Ti ho visto a Reading, ero travestito”. Vorrei essere suo amico ma ovviamente non posso esserlo perché è molto famoso.

Quanto era grande lì?

“Abbiamo suonato a Chicago 13 volte in un anno. Ad un certo punto eravamo come una band locale a Chicago. Mi piacerebbe entrare nei negozi e la gente direbbe: “Ehi, Eddie!” “. È pazzesco se penso che lo eravamo Forchettaè il terzo miglior album del 2005. Ci sono Kanye West e Sufjan Stevens e poi ci siamo noi. Non sapevo nemmeno cosa Forchetta era. Tutti intorno a me ne erano davvero entusiasti e io ho pensato: “Fantastico, quindi è così Annegato nel suono o qualcosa?’ Non l’ho capito davvero finché non abbiamo iniziato ad andare in America e a vedere l’effetto che ha avuto.

Hai già concesso in franchising il tuo gruppo. Hai qualche consiglio per The Hives, che ha recentemente lanciato la propria campagna di franchising?

“I Gong lo hanno fatto prima di noi, ma gli Hives erano molto entusiasti che le loro band diventassero tribute band, mentre noi incoraggiavamo i nostri a scrivere le proprie canzoni. Pensavo solo che avessimo davvero un bel nome. Non sono rimasti molti buoni nomi e Art Brut è piuttosto buono. Volevo condividere il nome e ciò che siamo in contrapposizione alle nostre canzoni. Forse gli Hives potrebbero allentare un po’ il guinzaglio. Lascia che i loro franchise scrivano le proprie canzoni.

Alcuni temono che stiano cercando di diventare una superpotenza.

“Come se lui (il cantante degli Hives Howlin’ Pelle Almqvist) avesse fondato un esercito? È molto carismatico.

A cosa serve oggi l’Art Brut?

“Mi piace il fatto che non siamo davvero cambiati. Mi piace il fatto che lavoriamo entro i confini di una certa cosa. Deve essere autobiografico, devono essere questi strumenti. Non so se stiamo per qualcosa di diverso, forse rimango in un’adolescenza prolungata o qualcosa del genere. E non ce ne andremo mai. Siamo qui per sempre. »

“Una collezione di dischi ridotta a un mixtape” e “Sì, quella è la mia voce che canta!” » arriva il 4 luglio tramite Demon Records ed Edsel. Di seguito sono riportate le date degli spettacoli dal vivo dell’Art Brut nel 2024. I biglietti sono in vendita ora e disponibili qui.

SETTEMBRE
5 – Edimburgo – Voodoo
6 – Newcastle – Le Bosquet
25 – Magonza – Schön Schön
26 – Schorndorf – Fabbricazione
27 – Berlino – Lido
28 – Amburgo – Molotow
29 – Dresda – Beatpol
30 – Colonia – Gebäude 9

OTTOBRE
25 – Birmingham – C&F
26 – Londra – Brixton Electric
27 – Brighton – Concorde 2
28 – Margate – Dove altro

-

PREV Processo Trump: il giudice minaccia l’ex presidente di prigione se continua a infrangere l’ordine di silenzio
NEXT Più potere d’acquisto in meno stati