La dimensione del blocco anti-parcheggio che colpisco è legale? L’una del pomeriggio al tuo fianco

La dimensione del blocco anti-parcheggio che colpisco è legale? L’una del pomeriggio al tuo fianco
La dimensione del blocco anti-parcheggio che colpisco è legale? L’una del pomeriggio al tuo fianco
-

In “L’1 p.m. al tuo fianco”, le notizie TF1 ti supportano nei problemi che incontri quotidianamente.

All’ordine del giorno di oggi la questione di un automobilista dei Pirenei Atlantici, che ha danneggiato la sua auto su un palo anti-parcheggio, le cui dimensioni ritiene non regolamentari.

Thierry Coiffier gli risponde sul set di Marie-Sophie Lacarrau.

Segui la copertura completa

L’una del pomeriggio al tuo fianco

Ho urtato un dissuasore anti-parcheggio, quali sono le regole?

Colonnine, dissuasori, paletti anti-parcheggio, non è sempre facile vedere bene questi oggetti quando si è al volante. Questo è quello che è successo a Eric, di Palau-del-Vidre, nei Pirenei orientali. Voleva mantenersi sulla destra per lasciar passare un veicolo in avvicinamento, ma ha urtato un blocco. Risultato: 700 euro di riparazioni.

Eric ritiene che questo appezzamento non avesse le dimensioni regolamentari. In materia c’è un testo importante, è il decreto del 18 settembre 2012, che fissa dimensioni obbligatorie per quelli che vengono chiamati paletti anti-parcheggio. E infatti l’altezza minima deve essere di 50 cm. Eric ha avuto una buona reflex, ha misurato il palo ed è solo 33 cm.

Può dare la colpa allora al Comune? “Se il palo è stato installato prima del 2012, prima di questo famoso decreto, non deve rispettare la famosa regola dei 50 cm“, spiega Philippe Blot, presidente della società Le Potelet. “ESe invece il palo è stato installato dopo il 2012 e non rispetta l’altezza normativa è illegale e quindi sì, è possibile mettere in gioco la responsabilità del Comune“, continua Philippe Blot.

  • Leggi anche

    Il mio climatizzatore da più di 5.000 euro non rinfresca la stanza, cosa devo fare? L’una del pomeriggio al tuo fianco

Ma come fai a sapere quando è stato installato un post? “È molto complicato verificare queste informazioni“, risponde Philippe Blot. “Anche nei comuni non necessariamente si hanno tracce, soprattutto per le postazioni più anticheSolo se i lavori sono appena stati eseguiti ed è stato installato un palo scadente si ha la possibilità di contestare.

“Inoltre”, aggiunge Maître Michel Benezra, avvocato specializzato in diritto della strada e diritto delle lesioni personali, “sarà difficile trarre vantaggio da una situazione vietata, ovvero la sovrapposizione del marciapiede da parte del conducente”. La soluzione risiede quindi piuttosto nell’uso dell’assicurazione.

Se avete un’assicurazione casco totale, il danno sarà coperto con una franchigia. Se hai un’assicurazione “terzi”, purtroppo non avrai diritto a nulla. Forse presto questi inconvenienti non si verificheranno più poiché sempre più comuni stanno installando dissuasori a memoria di forma, che sono molto rigidi ma che non danneggiano i veicoli.

Fai le tue domande in video

Se anche tu hai una domanda, puoi farla direttamente in video andando sulla nostra pagina dedicata.

Puoi anche inviarlo via e-mail al seguente indirizzo: [email protected].


Thierry COIFFIER

-

PREV Il dollaro USA è crollato la scorsa settimana a causa di un’inflazione più debole
NEXT La raffineria di petrolio russa Tuapse riprende le operazioni dopo la chiusura del 17 maggio…