La sorprendente verità sui limiti di durata dei veicoli e sulle emissioni di gas serra

La sorprendente verità sui limiti di durata dei veicoli e sulle emissioni di gas serra
La sorprendente verità sui limiti di durata dei veicoli e sulle emissioni di gas serra
-

Un nuovo studio in La ricerca ambientale: infrastrutture e sostenibilità rivela che i limiti di vita dei veicoli passeggeri hanno un’efficacia limitata nel ridurre le emissioni di gas serra e possono aumentare i costi e l’uso dei materiali.

I ricercatori scoprono che i limiti di durata della vita dei veicoli passeggeri hanno un impatto limitato sulla riduzione delle emissioni di gas serra e potrebbero aumentare i costi e l’uso dei materiali.

I limiti di vita dei veicoli passeggeri hanno un impatto minimo sulla riduzione delle emissioni di gas serra (GHG) e possono aumentare i costi e l’uso dei materiali. Questo è quanto pubblicato in un nuovo studio La ricerca ambientale: infrastrutture e sostenibilità. La ricerca mostra che anche se i veicoli leggeri (LDV) contribuiscono per il 17% alle emissioni annuali di gas serra negli Stati Uniti, imporre un limite di 15 anni alla durata di vita delle flotte LDV in uno scenario di status quo non porterà a risultati significativi. riduzioni delle emissioni di gas serra.

Per combattere il ritardo nell’adozione dei veicoli elettrici (EV), alcuni hanno sostenuto limiti agli anni di servizio dei veicoli, chiamati life cap. Tuttavia, questo studio rileva che i limiti alla durata della vita volti a favorire l’adozione di veicoli elettrici potrebbero amplificare alcuni degli effetti negativi dei veicoli elettrici, tra cui un maggiore utilizzo di materiali critici e una maggiore ecotossicità legata alla produzione di batterie. Inoltre, si stima che i costi di una diffusione accelerata dei veicoli elettrici siano molto elevati e spesso superino le stime attuali dei costi sociali del carbonio.

Secondo lo studio, i limiti massimi di durata sono efficaci solo se implementati insieme a strategie complementari, come la riduzione dell’intensità delle emissioni della rete elettrica, il miglioramento del consumo di carburante dei veicoli e la riduzione delle emissioni derivanti dalla produzione automobilistica al fine di aumentare i benefici in termini di emissioni di gas serra, riducendo al contempo costi di abbattimento.

Il team, guidato da ricercatori dell’Università di Toronto, ha utilizzato il modello FLAME (Fleet Life Cycle Assessment and Material Flow Estimation), combinato con calcoli completi dei costi e analisi di sensibilità per le curve di sopravvivenza dei veicoli elettrici e il degrado delle batterie, per valutare efficienza e costi . -efficacia dei limiti alla durata di vita dei veicoli nel ridurre le emissioni di gas serra provenienti dalle flotte di veicoli leggeri negli Stati Uniti.

Heather MacLean, professoressa presso la Facoltà di Scienze Applicate e Ingegneria dell’Università di Toronto, afferma: “I limiti a vita possono essere un potente strumento per accelerare i benefici delle nuove tecnologie automobilistiche, in particolare quando si tratta di ridurre le emissioni di gas serra, ma possono anche accelerare i costi. I nostri risultati mostrano che, sebbene possano essere adatti in determinate situazioni, i limiti alla durata della vita sono in una posizione migliore come parte di una più ampia strategia integrata per combattere le emissioni di gas serra dei trasporti.

-

PREV Israele e Hamas denunciano i mandati di arresto richiesti alla Corte penale internazionale
NEXT I prossimi processori AMD per laptop saranno più potenti di quelli per PC desktop