Assassinio di Jenique Dalcourt nel 2014 | Verrà accusato un uomo

-

(Longueuil) La polizia di Longueuil ha nuovamente arrestato l’uomo sospettato da quasi dieci anni di aver ucciso Jenique Dalcourt, una giovane donna picchiata a morte nell’autunno del 2014 mentre tornava a casa dopo il lavoro. Questa volta il sospettato sarà accusato di omicidio di primo grado.



Aggiornato alle 8:26

Il servizio di polizia dell’agglomerato di Longueuil (SPAL) ha confermato mercoledì che Michael McDuff Jalbert, “l’unica persona presa di mira in questo mandato di arresto”, è stato arrestato martedì e comparirà mercoledì in tribunale per rispondere a un’accusa penale di omicidio di primo grado.

type="image/webp"> type="image/jpeg">>>

FOTO ARCHIVIATA DA FACEBOOK

La vittima, Jenique Dalcourt

Senza approfondire le circostanze precise dell’indagine, la SPAL ha spiegato che “metodi specifici nel campo delle scienze forensi hanno permesso di progredire in questa indagine e di ottenere ulteriori elementi che consentano al DPCP di sporgere denuncia contro l’indagato.

Il 21 ottobre 2014, Jenique Dalcourt, allora 23enne, è stata brutalmente uccisa con una spranga di ferro mentre camminava su una pista ciclabile nel Vieux-Longueuil, dopo il lavoro.

Il sospettato, che all’epoca aveva 26 anni, fu arrestato pochi giorni dopo l’omicidio, ma fu rilasciato prima di comparire in tribunale. Nessuna accusa è stata mossa contro di lui per mancanza di prove sufficienti.

Al momento del suo primo arresto, la polizia di Longueuil ha affermato che il sospettato aveva agito da solo per un motivo non rivelato.

Il direttore del procedimento penale e penale (DPCP) ha esaminato nuovamente la questione nel 2015, ma ancora una volta non è stata mossa alcuna accusa contro il sospettato per mancanza di prove.

-

PREV LIVE – Secondo l’esercito israeliano 300mila palestinesi hanno lasciato Rafah | TV5MONDE
NEXT Il Samsung Galaxy Ring potrebbe assorbire il difetto peggiore dell’anello collegato di riferimento