Sciopero del 25 maggio: verso una giornata nera per l’Istruzione Nazionale?

Sciopero del 25 maggio: verso una giornata nera per l’Istruzione Nazionale?
Sciopero del 25 maggio: verso una giornata nera per l’Istruzione Nazionale?
-

© Clorofilla/Adobe Stock

– Sindacati e genitori indicono uno sciopero il 25 maggio per chiedere l’abbandono delle misure di “shock conoscitivo”.

Il 25 maggio sarà un giorno buio per l’istruzione nazionale? I sindacati degli insegnanti, le organizzazioni giovanili e la federazione dei genitori FCPE indicono per quel giorno manifestazioni a Parigi e in Francia per chiedere l’abbandono dei “scontro di conoscenze”. Questa serie di misure, annunciate da Gabriel Attal, dovrà entrare in vigore all’inizio dell’anno scolastico 2024.

In un comunicato stampa congiunto, la Snes-FSU, il primo sindacato delle scuole secondarie, SUD Education, la CGT éduc’action e la FNEC-FP FO, la Sgen-CFDT, Unsa-Éducation, la FCPE e i sindacati delle scuole superiori invitano “coloro che si trovano nel progetto di una scuola pubblica, laica ed emancipatrice manifestare sabato 25 maggio, nella regione o a Parigi, per le scuole pubbliche e dire no allo scontro dei saperi”, loro scrivono. Chiamano «fare la settimana del 13 maggio una settimana di amplificazione e convergenza di tutte queste mobilitazioni e di partecipare in massa alle manifestazioni unitarie con i genitori degli studenti del 25 maggio”.

Il resto sotto questo annuncio

Il resto sotto questo annuncio

Leggi anche:

College “tutti i giorni dalle 8 alle 18”: quali zone sono interessate?

Contro i gruppi di livello al college

Da parte sua, la segretaria generale della Snes-FSU, Sophie Vénétitay, ha dichiarato martedì 14 maggio durante una conferenza stampa: “Discuteremo anche cosa possiamo fare alla fine dell’anno”., per le poche settimane di lezione prima delle vacanze. Gli oppositori di questa riforma richiedono in particolare il rimozione dei gruppi di livello nella scuola media. Questa misura, che deve stabilire gruppi per livello di francese e matematica, dovrebbe entrare in vigore dall’inizio dell’anno scolastico 2024 per le classi di sesta e quinta elementare, e dall’inizio dell’anno scolastico 2025 per le classi di quarta e terza.

-

PREV Giro. Giro d’Italia – Lilian Calmejane, maglia azzurra: “Sogno di vincere una tappa”
NEXT scanner, ecografia, oncologia… Questo centro ospedaliero per animali è all’avanguardia della tecnologia