I mercati attendono l’inflazione statunitense

I mercati attendono l’inflazione statunitense
I mercati attendono l’inflazione statunitense
-

Parigi (awp/afp) – I mercati azionari mondiali sono fermi mercoledì prima della pubblicazione dell’indice d’inflazione (CPI) per il mese di aprile negli Stati Uniti, cruciale per le aspettative sulla politica della banca centrale americana nei prossimi mesi.

In Europa, la Borsa di Parigi ha perso lo 0,14% intorno alle 13:10, appesantita dal lusso, mentre Francoforte ha guadagnato lo 0,46% e Londra lo 0,33%.

In Asia, Shanghai ha perso lo 0,88% e Shenzhen lo 0,82% mentre Tokyo ha guadagnato lo 0,08%.

A Wall Street i futures dei tre principali indici si sono mossi in anticipo rispetto all’apertura. Ma la tendenza potrebbe cambiare drasticamente con la pubblicazione dei dati sull’inflazione di aprile negli Stati Uniti, prevista per le 12:30 GMT, un’ora prima dell’apertura a New York.

Questo indice ha sorpreso in rialzo nei primi tre mesi dell’anno. A marzo, secondo l’indice CPI, l’inflazione ha continuato ad accelerare negli Stati Uniti, al 3,5% su un anno rispetto al 3,2% di febbraio.

Di conseguenza, la Banca Centrale americana ha inasprito il suo discorso e gli investitori, che contavano su un primo taglio dei tassi di riferimento a giugno, hanno cancellato questa idea.

Il presidente della Fed Jerome Powell ha dichiarato martedì che l’inflazione persistentemente elevata ha ridotto il suo livello di fiducia sulla possibilità che la Fed possa avvicinarsi all’obiettivo.

“Ciò che questo ci dice è che dobbiamo essere più pazienti e lasciare che la politica restrittiva abbia effetto”, ha detto il funzionario americano durante un evento nei Paesi Bassi.

Sul mercato obbligazionario i tassi di interesse sui prestiti statunitensi sono scesi, così come quelli dei paesi europei.

Banca commerciale redditizia

Mercoledì Commerzbank (+3,72% a Francoforte) ha registrato il suo miglior utile netto trimestrale in oltre 10 anni, aiutata da tassi di interesse elevati che dovrebbero fruttarle più entrate nel corso dell’anno rispetto alle aspettative.

La seconda banca tedesca, in parte di proprietà dello Stato dopo il suo salvataggio nel 2008, conferma il ritorno alla redditività dopo anni di ristrutturazione.

Bussola confusa

Il colosso britannico della ristorazione Compass crolla del 3,06%, dopo aver avvertito che la crescita dei volumi dovrebbe rallentare, nonostante abbia pubblicato un utile netto in crescita del 13% a 861 milioni di dollari per il suo primo semestre scaglionato.

Il gruppo britannico Experian, specializzato nella gestione dei dati personali e nel rating del credito, avanza del 7,49% dopo aver pubblicato un utile netto in crescita del 56% a 1,2 miliardi di dollari e un dividendo in aumento del 7% per l’esercizio finanziario annuale terminato il 31 marzo.

Thyssenkrupp rivede al ribasso le sue previsioni

Mercoledì il gruppo industriale tedesco Thyssenkrupp (-1,76%) ha rivisto al ribasso le sue previsioni annuali a causa delle persistenti difficoltà delle sue filiali nel settore dell’acciaio e dei materiali, gravate da forti cali dei prezzi e dei volumi da diversi mesi.

A febbraio il gruppo aveva già ridotto drasticamente le proprie aspettative per gli stessi motivi.

Calo dei prezzi del petrolio

Mercoledì i prezzi del petrolio sono scesi, prima della pubblicazione dei dati settimanali sulle riserve commerciali negli Stati Uniti.

Intorno alle 11:00 GMT, un barile di Brent è sceso dello 0,22% a 82,20 dollari e un barile di WTI americano è sceso dello 0,18% a 77,884 dollari.

L’euro ha guadagnato lo 0,05% a 1,0824 dollari per euro.

Bitcoin ha guadagnato l’1,92% a 62.760 dollari.

afp/jh

-

PREV La morte del cane all’origine del fenomeno internet “Doge” e dogecoin
NEXT La superstar del calcio Lionel Messi salterà la partita di sabato contro Caps bianche di Vancouver