Cac 40: I prezzi all’ingrosso aumentano più del previsto negli Stati Uniti, il CAC 40 rimane calmo

Cac 40: I prezzi all’ingrosso aumentano più del previsto negli Stati Uniti, il CAC 40 rimane calmo
Cac 40: I prezzi all’ingrosso aumentano più del previsto negli Stati Uniti, il CAC 40 rimane calmo
-

(BFM Bourse) – L’indice parigino ha chiuso martedì in leggero rialzo, sostenuto da Société Générale e Veolia.

La Borsa di Parigi è uscita un po’ dal suo torpore nel corso della giornata. Martedì il CAC 40 ha chiuso leggermente in rialzo, guadagnando lo 0,20% a 8.225,80 punti.

Gli investitori hanno continuato a mostrare un certo atteggiamento attendista prima della pubblicazione, mercoledì, dell’indice dei prezzi al consumo negli Stati Uniti, il principale indicatore dell’inflazione. Questi dati saranno ovviamente esaminati attentamente dal mercato poiché gli investitori contano ancora una volta su tagli dei tassi di 50 punti base, ovvero 0,5 punti percentuali, quest’anno, da parte della Federal Reserve americana (Fed).

Nel frattempo il mercato ha digerito l’indice dei prezzi alla produzione negli Stati Uniti, che ad aprile è aumentato più del previsto, con un aumento dello 0,5% contro lo 0,3% previsto dagli economisti intervistati dal Wall Street Journal.

>> Accedi alle nostre analisi grafiche esclusive e ottieni informazioni dettagliate sul portafoglio di trading

Il rafforzamento di Macron sulle azioni della Société Générale

Questo aumento è però dovuto principalmente “alle revisioni al ribasso dei mesi precedenti, poiché i guadagni dello 0,2% su un mese a marzo sono stati rivisti e convertiti in un calo dello 0,1%”, sottolinea Capital Economics.

Sul fronte degli affari, alcuni annunci e movimenti hanno animato la Borsa parigina. Veolia guadagna il 2,1%, trainata da risultati del primo trimestre superiori alle aspettative grazie alle sinergie ricavate dall’integrazione di Suez.

Il maggior incremento del CAC 40 è stato, tuttavia, firmato dalla Société Générale, che ha guadagnato il 3,8%. La banca La Défense sembra rincuorata dalle dichiarazioni del presidente della Repubblica, Emmanuel Macron. Lunedì sera, l’inquilino dell’Eliseo ha risposto ad una domanda di Bloomberg su un’eventuale acquisizione di una banca francese da parte di una controparte europea, dichiarandosi aperto a tale ipotesi. La domanda di Bloomberg prende come esempio l’acquisizione della Société Générale da parte di Santander.

Solutions 30 ha girato al rialzo e alla fine ha guadagnato il 3,45% dopo aver registrato un inizio d’anno descritto come “mista” da Oddo BHF in termini di ricavi.

Sugli altri mercati l’euro ha guadagnato lo 0,26% rispetto al dollaro a 1,0018 dollari. Il petrolio sta diminuendo. Il contratto di luglio sul Brent del Mare del Nord ha perso l’1,2% a 82,37 dollari al barile, mentre il contratto di giugno sul WTI quotato a New York ha perso l’1,3% a 78,07 dollari al barile.

Julien Marion – ©2024 Borsa BFM

-

PREV “Sono solo cattivo?” : il giorno in cui Alan Rickman chiese aiuto al creatore di Harry Potter – Actus Ciné
NEXT Girondini. Stéphane Le Mignan (allenatore USC): “Abbiamo giocato la partita che volevamo giocare”