Guerra in Ucraina: perché gli aiuti americani tardano ad arrivare?

-

Votati a fine aprile dopo quattro mesi di blocco al Congresso, gli aiuti militari promessi dagli Stati Uniti sono in arrivo ma non sono ancora arrivati ​​al fronte. Martedì Blinken era a Kiev per rassicurare.


Articolo riservato agli abbonati


Filippo de Boeck


Giornalista presso la divisione Internazionale

Di Philippe de Boeck

Pubblicato il 14/05/2024 alle 18:21
Tempo di lettura: 3 minuti

LI soldati ucraini stanno ancora aspettando le armi promesse dagli americani. La mancanza di munizioni e di uomini li mette in una situazione delicata da diverse settimane mentre l’esercito russo avanza nella regione di Kharkiv. “Anticipano pienamente l’arrivo degli aiuti americani”, spiega una fonte militare belga. “Non è un caso che i russi spingano già da diversi giorni. Stanno intensificando le loro attività perché vogliono massimizzare i loro guadagni prima che gli aiuti americani arrivino al fronte”.

Questa dotazione di 61 miliardi di dollari (di cui 23 miliardi in aiuti militari) riguarda sistemi di artiglieria, difesa antiaerea e veicoli blindati. Sono in viaggio da quando il governo degli Stati Uniti ha dato il via libera tre settimane fa. Parte di questo materiale è stato preposizionato in Polonia e Germania ma passerà ancora qualche giorno prima che arrivi a destinazione.



Questo articolo è riservato agli abbonati

Accedi a informazioni nazionali e internazionali verificate e decrittografate
1€/settimana per 4 settimane (nessun impegno)

Con questa offerta approfitta di:
  • Accesso illimitato a tutti gli articoli editoriali, file e rapporti
  • Il giornale in versione digitale (PDF)
  • Comodità di lettura con pubblicità limitata

-

PREV para atleta iracheno con gli occhi pieni d’oro
NEXT «Mi sentivo assunta per sostituire una receptionist, a un costo inferiore»: come evitare che l’alternanza si trasformi in un fiasco