discorso femminista a Vincent Lindon e agli uomini che vogliono essere “aiutati ad aiutare” – Libération

discorso femminista a Vincent Lindon e agli uomini che vogliono essere “aiutati ad aiutare” – Libération
discorso femminista a Vincent Lindon e agli uomini che vogliono essere “aiutati ad aiutare” – Libération
-

Biglietto

Articolo riservato agli abbonati

Ospite del programma mattutino di France Inter lunedì 13 maggio, Vincent Lindon vuole una “road map” per essere una femminista migliore. Eccola.

Caro Vincent Lindon,

Forse non ti aspettavi che le femministe sogghignassero quando, invitata al programma mattutino di France Inter lunedì 13 maggio, hai commentato, con tutta la buona volontà del mondo, a proposito degli uomini e di MeToo: “È molto complicato, secondo me:Vincent, cosa hai intenzione di fare?, ti risponderò molto francamente: non lo so, devi guidarmi tu. Io sono la persona più adatta ad aiutare, ma aiutami, aiutami ad aiutare”.

Forse non avete capito perché queste stesse femministe, a cominciare da Judith Godrèche o l’attivista LGBT+ Océan, scoppiano a ridere dell’incongruenza di questa richiesta. Soprattutto perché hai denunciato anche l’impunità degli artisti, non sei anti MeToo… Di cosa abbiamo bisogno di più?

Ciò che non va è sentire che, per ottenere finalmente aiuto dagli uomini, bisognerebbe prima mettere sul tavolo una to do list di alleati della causa MeToo, tutti fumanti e pronti all’uso. Quindi è questa LA soluzione per coinvolgere gli uomini? Dare loro una spinta femminista? Aprire gli occhi è un inizio, cliccare su Google è una buona idea per il resto. Nel 2024 ci sono alcuni libri e alcuni podcast sull’argomento. Una folla, addirittura. Come diciamo

-

PREV Giustizia “strumentalizzata” contro Trump, accusa in tribunale un leader repubblicano
NEXT Vittoria dell’RCT contro l’Oyonnax: “Seta”, gioca perché è il migliore”