Cos’è la ginecomastia, la malattia di cui soffre Slimane?

Cos’è la ginecomastia, la malattia di cui soffre Slimane?
Cos’è la ginecomastia, la malattia di cui soffre Slimane?
-

Sabato 11 maggio Slimane non ha vinto l’Eurovision a Malmö, in Svezia. È stato Nemo, il candidato svizzero, ad ottenere la maggioranza dei voti. Ma l’interprete di Mio amore non ha deluso comunque. Numero di artisti, inclusi Marie Myriam, che ha espresso un parere chiaro, così come Florent Pagny, Vitaa e Inès Reg, sono rimasti colpiti dalla sua prestazione. L’ex vincitore di La voce ha detto che era il più felice del mondo il giorno dopo lo spettacolo. Intende utilizzare questi riflettori per affrontare argomenti che sono importanti per lui, incluso ginecomastia, disturbo di cui soffre fin dall’infanzia.

Ginecomastia: un disturbo molto fastidioso quando si è bambini e si sta crescendo

Agli occhi del pubblico Slimane è, ed è sempre stato, questo cantante capace di commuovere il pubblico con qualsiasi interpretazione grazie al suo carisma e alla sua profondità. Una profondità che senza dubbio l’artista trae un po’ dalle ferite della sua infanzia. Come ha detto TestardoSempresoffre di ginecomastia, una patologia benigna, ma che può avere delle ripercussioni nell’accettare il suo corpo. È caratterizzato dall’ipertrofia del tessuto ghiandolare mammario negli uomini. La causa ? Produzione di estrogeni troppo elevata rispetto alla normale quantità di testosterone in un uomo. La conseguenza : sviluppo anomalo del seno.

Il resto sotto questo annuncio

Slimane confida di aver accettato la malattia: “Accettare questo è stato più di un passo”

Se oggi Slimane vuole approfittare della sua notorietà per affrontare questa malattia è perché lui stesso ne ha sofferto molto da piccolo. “È qualcosa che mi ha davvero disturbato nel modo in cui intendevo la mia virilità da ragazzo”disse Testardo. Inoltre, i suoi complessi lo hanno perseguitato per molto tempo. Nel 2016, durante la sua partecipazione a La voceera ancora una vittima. “Accettare questo è stato più di un passo, mi rivedo La vocepeso venti chili in meno rispetto a oggi e ho ancora la preoccupazione di non essere in maglietta sul palco”, confidò, rallegrandosi di avere “ha fatto molta strada“da questo periodo. In un momento in cui persistono molte ingiunzioni sul fisico, il padre della piccola Esmeralada vuole trasmettere un messaggio di accettazione di tutti i corpi, qualunque essi siano.”Bisogna alzare la voce per dire che un uomo ha il diritto di essere fragile, grasso, piccolo.”ha sostenuto.

Il resto sotto questo annuncio

-

PREV “Quante volte ho pianto”, confida Arielle Dombasle in ciò che l’ha particolarmente ferita nel corso della sua carriera
NEXT Incendio a Entag (Matoto): una casa e il suo contenuto ridotti in cenere