“Dobbiamo vedere l’impatto sull’ambiente”

“Dobbiamo vedere l’impatto sull’ambiente”
“Dobbiamo vedere l’impatto sull’ambiente”
-

Durante il vertice Choose France, questo lunedì 13 maggio 2024, le società straniere hanno annunciato di investire 15 miliardi di euro in Francia. Tra i 56 progetti: una fabbrica di fertilizzanti, del valore di 1,3 miliardi di euro, che potrebbe vedere la luce a Languevoisin-Quiquery, nella Somme.

La notizia ha sorpreso i 193 abitanti di Languevoisin-Quiquery (Somme): nel loro villaggio potrebbe essere costruito il primo impianto per la produzione di fertilizzanti a basse emissioni.

Si prevede che la fabbrica, che dovrebbe coprire una superficie compresa tra 16 e 20 ettari, produrrà circa 500.000 tonnellate di fertilizzanti all’anno.

Jacques Gravet, sindaco (SE) di Languevoisin-Quiquery, afferma di aver scoperto il progetto contemporaneamente al suo annuncio. “Sono d’accordo, ma dobbiamo prima guardare nel dettaglio, vedere l’impatto che ciò potrebbe avere sull’ambiente e il potenziale disagio”reagisce il consigliere comunale.

Pur deplorando la mancanza di informazioni, si compiace comunque di questo investimento che dovrebbe creare 250 posti di lavoro in tutta la regione dell’Hauts-de-France. “Il villaggio ha bisogno di svilupparsi. Abbiamo bisogno di costruire per creare posti di lavoro”, stima Georgette, una residente di 92 anni.

Ci saranno odori? O più traffico stradale? Per prima cosa hai bisogno di informazioni.

Bernardo

Residente a Languevoisin-Quiquery

Oltre alla vicinanza al futuro canale della Senna Nord, José Rioja, presidente della comunità dei comuni della Somme Orientale, ritiene che il gruppo FertigHy abbia trovato un altro vantaggio: “Nel nostro territorio esistono aziende complementari alle loro. Vale a dire: Tereos, Ajinomoto e Innovafeed, la più grande azienda al mondo in questo campo e con sede a Nesle.

In un comunicato stampa, la prefettura della Somme sottolinea che FertigHy contribuirà “decarbonizzare l’agricoltura francese, dato che la produzione e l’uso dei fertilizzanti sono oggi responsabili del 30% delle emissioni totali di gas serra del settore.”

>>

Il villaggio samaritano è stato notato dal gruppo FertigHy perché l’infrastruttura, che appartiene alla cooperativa agricola Noriap, potrebbe essere trasformata in una piattaforma portuale.

© Emilie Montcho / FTV

Da parte sua, il consorzio europeo, ideatore del progetto, precisa che la decisione di investimento non sarà validata fino al 2026. La fabbrica non dovrebbe quindi vedere la luce prima del 2030.

Dopo il vertice Choose France 2024, altri otto progetti sono stati annunciati nell’Hauts-de-France.

Con Claire-Marines Selles / FTV

-

PREV Olimpiadi Parigi 2024: dove e a che ora vedere la fiamma nell’Aude e a Carcassonne, il percorso del 16 maggio
NEXT Previsioni AUD/USD: impatto sul budget del dollaro australiano tra le speculazioni sui tassi della RBA