Lo scenario di un incendio nel massiccio della Cavayère, per manovre a grandezza naturale alle porte di Carcassonne

-

Nella mattinata di martedì 14 maggio, il Servizio Dipartimentale di Vigili del Fuoco e di Soccorso (Sdis) dell’Aude e i suoi partner hanno effettuato un’esercitazione antincendio boschiva su vasta scala, contando anche i responsabili degli incendi boschivi. La pioggia si è invitata alle manovre…

Mercoledì 26 settembre 2018, all’incrocio che porta a Montirat, all’uscita di Fontiès-d’Aude, è scoppiato un incendio sul ciglio della strada. Sospinte molto rapidamente da un vento di sud-est nella vegetazione più secca, ricordiamo che le fiamme terminarono poi il loro corso alle porte del Lac de la Cavayère. Grazie agli ingenti mezzi poi schierati a terra (180 vigili del fuoco per sette gruppi di intervento), ma anche in volo con sette Canadair, due localizzatori e un trattino, solo 55 ettari di vegetazione erano andati in fumo… Questo martedì 14 maggio 2024, mentre la campagna degli incendi boschivi si profila per il dipartimento dell’Aude con l’avvicinarsi della stagione estiva, è su questo stesso scenario che il Servizio dipartimentale dei vigili del fuoco e di soccorso (Sdis 11) si è modellato per un’esercitazione su vasta scala sul Massiccio della Cavayère, circondato dai comuni di Carcassonne, Fontiès-d’Aude, Montirat e Palaja. Lo stesso scenario più di cinque anni dopo l’incendio fermato alle porte del Lac de la Cavayère, ma questa volta sotto un acquazzone.

Posizioni strategiche da raggiungere in tempi brevi per le risorse impegnate.
Indipendente – NATHALIE AMEN VALS

“Questa esercitazione mira a simulare una situazione di emergenza in caso di incendio boschivo, nonché a testare le competenze della catena di comando in relazione alla gendarmeria, l’Ufficio nazionale delle foreste (NFB) e comitati municipali antincendio boschivi (CCFF), spiega il comandante Grégory Macquart, capo del gruppo territoriale Ovest del dipartimento dell’Aude. Gli eletti del settore erano ovviamente associati a questa formazione fittizia. Per questa esercitazione, in cui è stata installata la postazione dei vigili del fuoco nel parcheggio della sala polivalente Palaja, dobbiamo pianificare per il 31 agosto 2024. Lì, è sul bordo dello stretto tra Fontiès-d’Aude e Monze che un L’incendio è praticamente scoppiato intorno alle 16,30 al Col du Bouc, lungo la strada. Siamo in condizioni estive, con una temperatura di 30°C e un vento da sud-est a 65 km/h. Partite verso Montirat dove le abitazioni erano minacciate, le fiamme sospinte dal vento si sono poi propagate nel massiccio verso il lago de la Cavayère e Palaja, prima di attraversare l’autostrada A61 e infine essere fermate dopo aver percorso quasi 600 ettari…

Ognuno ha il proprio ruolo da svolgere nell’organizzazione dei soccorsi in loco, sia a terra che in volo.
Indipendente – NATHALIE AMEN VALS

“Durante questa esercitazione, c’è stato un rapido accumulo di risorse terrestri e aeree”ha sottolineato il comandante Macquart. “L’idea era quella di far lavorare i vari soggetti interessati con un dispacciamento delle risorse, anche se le condizioni meteo della giornata hanno reso complicato l’aspetto della ricognizione sul terreno”. Martedì 14 maggio, più di settanta persone sono state mobilitate per questa manovra di incendio boschivo sul massiccio della Cavayère, tra cui una dozzina di centri di emergenza nell’Aude. “Un esercizio costruttivo”secondo il capitano Gilles Noblet, vice comandante della compagnia dipartimentale della gendarmeria di Carcassonne. “Ha permesso di mettere ognuno al posto che gli spetta. Al nostro livello, garantiamo la sicurezza e l’ordine pubblico a parte l’intervento dei vigili del fuoco, bloccando le strade per consentirne la circolazione. Dobbiamo garantire il confinamento delle persone nelle loro case , o evacuarli…”

Leggi anche:
Incendio nel comune di Fontiès-d’Aude: distrutti tra 50 ha e 80 ha, l’incendio è stato riparato mercoledì sera

-

PREV l’esercito controlla il valico di Rafah, accesso negato all’Onu
NEXT 6 regole d’oro per coltivare velocemente i pomodori!