Wall Street quasi invariata dopo notizie contrastanti sull’inflazione

Wall Street quasi invariata dopo notizie contrastanti sull’inflazione
Wall Street quasi invariata dopo notizie contrastanti sull’inflazione
-

(New York) Martedì la Borsa di New York ristagna, quasi immobile dopo una spiacevole sorpresa sul fronte dell’inflazione negli Stati Uniti, con i prezzi all’ingrosso che in aprile sono aumentati più del previsto.


Inserito alle 9:39

L’indice Dow Jones era in rialzo dello 0,02% e l’S&P 500 era in rialzo dello 0,03% intorno alle 10:40. Il NASDAQ era in rialzo dello 0,19%.

Il giorno prima, in un mercato fiacco, il Dow Jones aveva perso lo 0,21%, a 39.431,51 punti, interrompendo otto sessioni positive di fila. Il NASDAQ, dalla forte colorazione tecnologica, ha guadagnato lo 0,29% a 16.388,24 punti e l’S&P 500 è rimasto stagnante (-0,02%) a 5221,42 punti.

Pubblicato martedì, i prezzi alla produzione (indice PPI) negli Stati Uniti hanno accelerato in aprile più rapidamente di quanto previsto dai mercati, al +0,5% nel mese rispetto al +0,1% di marzo (dato rivisto in calo) e al +0,3% previsto. Su base annua, i prezzi all’ingrosso sono aumentati del 2,2% ad aprile, rispetto al 2,1% di marzo.

Queste cifre hanno reso gli investitori “diffidenti” alla vigilia della pubblicazione dell’indice generale dell’inflazione americana CPI, ha sottolineato Chris Low di FHN Financial.

“L’indice PPI ha sorpreso al rialzo”, ha riconosciuto in una nota Rubeela Farooqi, capo economista di HFE. “Assieme alla persistente inflazione CPI, i dati supportano l’opinione della Federal Reserve secondo cui i tassi dovrebbero rimanere elevati più a lungo di quanto inizialmente previsto”, ha osservato.

Ma allo stesso tempo, gli investitori hanno mantenuto i nervi saldi, concentrandosi sul fatto che i dati PPI di marzo sono stati rivisti al ribasso, compensando l’accelerazione di aprile.

L’indice dei prezzi al consumo CPI per aprile sarà pubblicato mercoledì. Si prevede un aumento mensile dello 0,4% contro 0,3% e del 3,4% contro 3,5% su un anno.

I tassi delle obbligazioni decennali sono scesi al 4,45%, dal 4,48%.

Dal lato del valore, la frenesia attorno all’azione virale (“meme stock”) GameStop è continuata per la seconda sessione consecutiva. Le azioni dei negozi di videogiochi sono aumentate del 65% dopo già +74% il giorno prima, spinte dalla speculazione dei piccoli investitori come durante le turbolenze a Wall Street nel 2021.

Seguono i soliti noti come i titoli cinematografici AMC (+84%) o addirittura BlackBerry (+14,8%). Queste azioni facevano già parte della ribellione di inizio 2021 dei piccoli investitori online contro i fondi di investimento, che scommettono al ribasso su aziende dal futuro incerto.

Secondo un documento depositato lunedì presso la SEC, AMC ha anche beneficiato della possibilità di raccogliere 250 milioni di dollari di nuovo denaro vendendo nuove azioni.

Reddit, la piattaforma forum recentemente quotata in Borsa e ampiamente utilizzata dagli operatori di borsa online per effettuare acquisti concertati di azioni virali, è salita del 3,35%.

Sul resto della borsa, Amazon perde l’1,35% dopo aver annunciato la partenza a sorpresa del capo della filiale di teleinformatica (cloud) AWS. Adam Selipsky sarà sostituito da Matt Garman, ora responsabile vendite e marketing presso AWS.

Le azioni della catena di bricolage Home Depot sono scese dell’1,16% dopo l’annuncio di vendite trimestrali in calo del 2,3% su base annua, dimostrando che i consumatori stanno rallentando leggermente la spesa.

Sempre nel settore della distribuzione, le azioni quotate a New York del colosso cinese Alibaba sono crollate del 7,11%, mentre i suoi profitti sono diminuiti dell’86% nel quarto trimestre.

Alphabet (Google) guadagna lo 0,37% nonostante l’apertura di un’indagine da parte dell’autorità per la sicurezza stradale sui taxi elettrici autonomi Waymo, dopo diversi incidenti.

I produttori di veicoli elettrici sono in aumento, da Tesla (+2,76%) a Rivian (+5,60%) a Lucid (+13%) poiché l’amministrazione Biden imporrà tariffe aggiuntive su prodotti tecnologici cinesi per un valore di 18 miliardi di dollari, comprese auto elettriche e veicoli elettrici. batterie.

-

PREV L’incidente di Ebrahim Raïssi è stato imputato a Israele, agli Stati Uniti o addirittura all’Iran? Attenzione alle teorie del complotto
NEXT Donald Trump scende sulla scalinata di Cannes