I migliori marcatori dei Blues ai Mondiali o agli Europei

I migliori marcatori dei Blues ai Mondiali o agli Europei
Descriptive text here
-

François Heutte (2 gol nel 1960), Michel Platini (9 nel 1984) e Antoine Griezmann (6 nel 2016) si sono imposti come capocannonieri di un Europeo, mentre Just Fontaine (13 nel 1958) e Kylian Mbappé (8 nel 2022) hanno segnato la stessa prestazione in Coppa del Mondo. Notiamo anche che ogni volta che la fase finale degli Europei si è svolta in Francia (1960, 1984 e 2016), un francese è finito sul gradino più alto del podio dei marcatori. Va notato, tuttavia, che nel 1960 Heutte condivise questo rango con altri quattro giocatori (gli jugoslavi Milan Galić e Valentin Ivanov nonché i sovietici Viktor Ponedelnik e Dražan Jerković). In tutti i casi il suo rendimento resta inferiore a quello di Fontaine, Platini, Griezmann e Mbappé.

Fontaine nel 1958 e Platini nel 1984 segnarono in ogni partita

I titoli di capocannoniere di Fontaine nel 1958 e di Platini nel 1984 sono notevoli per tre ragioni: hanno segnato in ogni partita (sei partite giocate da Fontaine, cinque da Platini), la loro media gol a partita è molto alta (2, 16 per Fontaine, 1,8 per Platini) e il loro totale (13 per Fontaine, 9 per Platini) è il migliore mai ottenuto in ciascuna di queste competizioni (Coppa del Mondo per Fontaine, Europei per Platini).

Quando i Tricolore arrivano in Svezia hanno più dubbi che certezze. Tuttavia, l’attacco francese spazzerà via tutto sul suo cammino in Scandinavia con un euforico Fontaine. L’attaccante segna sei volte nel primo turno (tripla contro il Paraguay, doppietta contro la Jugoslavia poi un gol contro la Scozia). Ha continuato il suo lavoro nei quarti di finale (doppietta contro l’Irlanda del Nord), poi in semifinale (un successo contro il Brasile) e ha completato il suo lavoro nella piccola finale (quadrupla contro la Germania Ovest).

Ventisei anni dopo, Platini realizzò un primo round straordinario. Dopo aver segnato il gol della vittoria contro la Danimarca, ha segnato due triplette contro il Belgio e poi la Jugoslavia (la seconda in 17 minuti). In semifinale ha segnato il gol della vittoria all’ultimo minuto dei supplementari contro i portoghesi prima di aprire le marcature nella finale contro la Spagna con un calcio di punizione.

Griezmann nel 2016 e Mbappé nel 2022, premio di consolazione

I titoli di capocannoniere di Griezmann e Mbappé sono dal canto loro segnati dall’amarezza poiché l’avventura si è conclusa ogni volta in finale con una sconfitta per i Blues. Griezmann illuminerà Euro 2016 nella sua classe. Dopo un primo turno piuttosto timido (un gol contro l’Albania), il giocatore è stato sostituito da Didier Deschamps nell’asse alle spalle dell’attaccante principale e ha poi segnato una serie di gol: doppietta contro l’Irlanda all’ottavo, gol contro l’Islanda nei quarti e un altro doppietta contro i tedeschi in semifinale. Il giocatore dell’Atlético, però, non ha trovato nel finale l’energia necessaria per segnare, nonostante qualche buona occasione, il piccolo gol che avrebbe potuto regalare alla Francia un nuovo titolo.

Nel 2022 Mbappé segue la strada opposta a Griezmann. Dopo aver segnato cinque gol nelle prime sei partite (uno contro l’Australia e due contro la Danimarca agli ottavi, poi due contro la Polonia agli ottavi), è stata la finale contro l’Argentina a inserirlo nella leggenda dei Mondiali. Mentre i Blues attraversano questo incontro finale come fantasmi, il numero 10 dei Blues rimette in carreggiata i suoi con una doppietta in 92 secondi netti che porta il punteggio sul due pari. Ha poi pareggiato nuovamente pochi minuti prima della fine dei tempi supplementari. Ma proprio come nel 2016, la Francia ha finito per perdere, questa volta ai rigori.

6 statistiche da migliorare

Non riuscendo a diventare capocannoniere degli Europei o dei Mondiali in due anni, Mbappé e compagni possono provare a migliorare qualche statistica.

Mbappé ha segnato 12 gol nella fase finale (4 nel 2018 e 8 nel 2022), Griezmann è a 11 (6 nel 2016, 4 nel 2018 e 1 nel 2020) e Olivier Giroud è a 8 (1 nel 2014, 3 nel 2016) e 4 nel 2022). Il primatista francese del genere è Platini con 14 reti (1 nel 1978, 2 nel 1982, 9 nel 1984 e 2 nel 1986), seguito da Fontaine con 13 reti (tutte nel 1958). Con 12 gol (3 nel 1998, 2000, 2 nel 2004, 3 nel 2006 e 1 nel 2008). Thierry Henry è uguale a Mbappé. Zinédine Zidane con 10 gol (2 nel 1998 e nel 2000, 3 nel 2004 e nel 2006), al suo attivo è sesto in questa classifica.

Thierry Henry è l’unico Habs ad aver trovato la rete in cinque diverse fasi finali (1998, 2000, 2004, 2006 e 2008). Giroud (già marcatore nel 2014, 2016 e 2022) e Griezmann (2016, 2018, 2020) potrebbero segnare nella quarta fase finale degli Europei. Questo sarebbe il terzo per Mbappé (dopo il 2018 e il 2022) in caso di un nuovo traguardo in Germania.

Paul Pogba detiene un record che a priori solo Mbappé potrà eguagliare (inizialmente). La Pioche ha segnato in quattro finali consecutive (dal 2014 al 2020). Jean Vincent (1954, 1958 e 1960), Platini (1982, 1984, 1986), Christophe Dugarry, Laurent Blanc, Youri Djorkaeff (tutti tra il 1996 e il 2000), Henry (dal 2004 al 2008) e Griezmann (dal 2016 al 2020) sono riusciti a passare tre. Dato che Mbappé è tornato a mani vuote dall’ultimo Europeo ma ha segnato durante la Coppa del Mondo 2022, dovrebbe prolungare questo successo nel giugno-luglio di quest’anno, ma anche in due anni per la Coppa del Mondo e poi nel 2028 durante la prossima competizione continentale . Potrà superare Pogba se continuerà questa serie nel 2030.

Diventare il capocannoniere degli Europei è una possibilità per uno degli attaccanti francesi, ma diventare il capocannoniere della storia promette di essere un compito molto più difficile. Questo titolo è in possesso del portoghese Cristiano Ronaldo, autore di 14 gol nella fase finale (2 nel 2004, 1 nel 2008, 3 nel 2012, 3 nel 2016 e 5 nel 2020) che potrebbe migliorare ulteriormente questo dato nelle settimane venire. Ancora una volta Mbappé potrebbe candidarsi, ma parte da lontano visto che non ha ancora avuto il piacere di scuotere le reti durante una fase finale dell’Euro. Più improbabile, Griezmann dovrà segnare almeno otto volte nelle prossime due edizioni, se sarà ancora qui nel 2028 (a 37 anni).

Viceversa, il titolo di capocannoniere della storia dei Mondiali tende le braccia al capitano dei Blues. Già autore di 12 gol nella fase finale, Mbappé è a soli quattro punti dal tedesco Miroslav Klose (5 gol nel 2002, 5 nel 2006, 4 nel 2010 e 2 nel 2014). Ricordiamo che Mbappé avrà 27 anni nel 2026 e quindi solo 31 nel 2030.

Terminiamo con un record che appartiene a un francese e che vorremmo vedere migliorato: quello dei gol segnati nella finale dei Mondiali. Ancora una volta, è Mbappé a detenerlo con quattro successi (1 nel 2018 e 3 nel 2022). Il precedente detentore del record era già francese. Si è trattato di Zinédine Zidane con 3 gol (2 nel 1998 e 1 nel 2006, record poi condiviso con Vava, Hurst e Pelé).

-

PREV Diretto. Staffetta della Fiamma Olimpica: ripercorriamo una giornata movimentata a Castelnaudary
NEXT Da vedere con urgenza, Laurence Bibot dal vivo questo giovedì a Uccle: “Je Playback”, il suo suono e la sua visione storico-disgustosi