Avvertimento urgente di uno studente dopo l’esplosione di un caricabatterie mobile nella sua auto

Avvertimento urgente di uno studente dopo l’esplosione di un caricabatterie mobile nella sua auto
Avvertimento urgente di uno studente dopo l’esplosione di un caricabatterie mobile nella sua auto
-

Di Lisa Edser per Daily Mail Australia

06:51 del 14 maggio 2024, aggiornato alle 06:52 del 14 maggio 2024

Condividi o commenta questo articolo:

Uno studente australiano sta lanciando un avvertimento sui pericoli delle batterie al litio dopo che il suo caricabatterie portatile è esploso nella sua auto – e non era nemmeno collegato o utilizzato.

Sam, 19 anni, si sente fortunato ad essere vivo dopo essere tornato alla sua Mazda CX3 nera parcheggiata e aver trovato gli interni distrutti nel sobborgo di Hornsby a Sydney intorno alle 14:00 di mercoledì 8 maggio.

Aveva lasciato il caricabatterie portatile Cygnett sul sedile del passeggero anteriore scollegato in una “giornata fredda e piovosa”. L’unità, acquistata 18 mesi prima, non era stata utilizzata di recente.

Lo studente dell’Università di Sydney aveva parcheggiato in Sherbrook Road alle 9 del mattino prima del suo turno di vendita al dettaglio presso il locale Westfield, e poi aveva incontrato sua sorella Flynn, 21 anni, per fare shopping.

Sam ha detto al Daily Mail Australia che i due sono tornati alla macchina ma non si sono accorti che qualcosa non andava finché non ha aperto la portiera del conducente.

Sam ha detto al Daily Mail Australia che lui e sua sorella sono tornati alla macchina ma non si sono accorti che qualcosa non andava finché non ha aperto la portiera del conducente
Lo studente universitario si è accorto che il suo dispositivo Cygnett “ChargeUp Reserve 20.000” era esploso quando ha visto il soffitto, che si era staccato e da esso gocciolava “qualcosa di appiccicoso”

“Era tutto appiccicoso e qualcosa di appiccicoso gocciolava dal soffitto e si attaccava al sedile del conducente”, ha detto.

“C’era fumo all’interno dell’auto e i finestrini erano oscurati dalla fuliggine ed erano carbonizzati.”

Incredulo, lo studente ha detto che il suo unico pensiero era di essere andato sull’auto sbagliata.

“Ho aperto la portiera, ho guardato dentro, poi ho chiuso la portiera e sono andato a controllare la targa perché non era assolutamente la mia macchina”, ha detto.

“Dopo aver visto che era la mia targa, è stato allora che mi sono reso conto.”

Sam andò al lato del passeggero dove aveva lasciato il caricabatterie e i due fratelli rimasero a fissarli scioccati.

“All’inizio pensavo che si fosse sciolto attraverso il sedile perché c’era un buco enorme”, ha detto.

“Quindi, per quanto possa sembrare stupido, ho messo la mano per trovare i resti, ma non c’era traccia o forma di esso – solo pezzi traballanti del seggiolino dell’auto.”

Alzando lo sguardo, lo studente universitario vide che l’interno del soffitto era completamente staccato, con il tessuto che penzolava lungo i lati.

“È stato allora che ho capito che era esploso”, ha detto.

Freddo al tatto, Sam pensa che sia successo all’inizio della giornata.

«Era la migliore delle ipotesi. Non ero in macchina e, se fossi stato a casa, ci sarebbe stato un incendio”, ha detto.

“Prima che esplodesse, il caricabatterie non era danneggiato e sembrava normale.”

All’inizio Sam pensò che il suo caricabatterie portatile della famosa marca Cygnett si fosse fuso sul sedile del passeggero anteriore (nella foto), ma non ce n’era traccia

La Mazda è ora in fase di esame da parte dell’assicuratore di Sam, ma gli hanno detto che molto probabilmente verrà svalutata.

Lo studente ora deve prendere l’autobus e il treno per andare all’università, ma andare al lavoro è più un problema poiché gli viene richiesto di lavorare in tre sedi di Sydney per il suo datore di lavoro.

Il 19enne segue anche un allenamento di calcio ogni settimana.

“Devo chiedere a mia mamma di venirmi a prendere e di venirmi a prendere e non penso sia giusto dover fare affidamento sui miei genitori e sui miei compagni di squadra per i passaggi.”

Sam è preoccupato che le persone non siano consapevoli dei pericoli delle batterie al litio.

“Nessuno che conosco era a conoscenza di eventuali rischi o problemi con le batterie al litio e i caricabatterie portatili”, ha detto.

«Non ne ero a conoscenza. Non avrei mai saputo che questo potesse succedere, non ho mai considerato che potesse esplodere.

Nell’esplosione sono rimasti danneggiati anche i sedili posteriori (nella foto)

“Dopo l’accaduto, ho pensato che avrei preso un altro caricabatterie perché pensavo che fosse uno su un milione, quali sono le probabilità che accada di nuovo?”

“Ma dopo aver letto di altre esplosioni per ora mi tratterrò e forse farò qualche ricerca in merito perché sicuramente non voglio sperimentarlo di nuovo.”

La sua famiglia ora ha bandito tutte le batterie al litio dalla casa.

Un portavoce della Australian Competition and Consumer Commission (ACCC) ha dichiarato al Daily Mail Australia che le batterie agli ioni di litio sono presenti in molti prodotti domestici.

“Telefoni cellulari, laptop, tablet, scooter elettrici, biciclette elettriche, utensili elettrici e sistemi di accumulo di energia solare”, hanno affermato.

Il caricabatterie di Sam era un Power Bank Cygnett ChargeUp Reserve di seconda generazione da 20.000 mAh (nella foto sul sito Web di Cygnett), in grado di caricare “tre dispositivi contemporaneamente”

“Le batterie agli ioni di litio sono più pericolose delle batterie tradizionali perché utilizzano sostanze chimiche e processi interni diversi.

‘Alcuni incidenti legati agli ioni di litio hanno causato lesioni gravi e danni materiali.

“Le batterie agli ioni di litio possono surriscaldarsi e prendere fuoco se non vengono prodotte, utilizzate, caricate o smaltite correttamente o se sono danneggiate.”

In una dichiarazione dell’ottobre 2023, l’ACCC ha affermato che un australiano sarebbe morto in un incendio di una batteria agli ioni di litio.

‘ACCC ha ricevuto 231 segnalazioni sulla sicurezza dei prodotti relativi alle batterie agli ioni di litio negli ultimi cinque anni. Ci sono stati anche 23 richiami che hanno interessato circa 89.000 prodotti sul mercato’, ha affermato.

I consumatori sono invitati a controllare i propri prodotti per eventuali modifiche visibili e ad assicurarsi sempre che le batterie si raffreddino dopo l’uso e prima di caricarle.

Il Daily Mail Australia ha contattato Cygnett per un commento.

Consulenza ai consumatori ACCC per le batterie agli ioni di litio

Monitora i tempi di ricarica dei prodotti agli ioni di litio e scollega i prodotti dai caricabatterie una volta che sono completamente carichi. Considera l’idea di impostare timer come promemoria per scollegare i prodotti.

Tenere le batterie agli ioni di litio fuori dai rifiuti domestici, dai contenitori per il riciclaggio e dalla raccolta dei rifiuti pesanti sul marciapiede.

Caricare le batterie agli ioni di litio e i prodotti lontano da materiali combustibili come letti, divani o tappeti.

Conservare le batterie e i prodotti agli ioni di litio in luoghi freschi e asciutti e al riparo dalla luce solare diretta, anche durante la ricarica.

Non utilizzare batterie, prodotti o caricabatterie che si surriscaldano o mostrano segni di guasto come rigonfiamento, perdite o fuoriuscita di gas.

Verificare che il caricabatterie in uso sia adatto al prodotto da caricare.

Lasciare raffreddare le batterie dopo l’uso e prima di caricarle.

Assicurati che nella tua casa o roulotte/camper sia installato un rilevatore di fumo funzionante se conservi prodotti contenenti batterie agli ioni di litio all’interno o utilizzi un sistema di accumulo di energia solare alimentato da una batteria agli ioni di litio.

Fonte: ACC

-

PREV Come Kylian Mbappé ha segnato la storia della Ligue 1 in otto stagioni, 7 titoli e 191 gol
NEXT GADGET “VIETATI” su Aliexpress: scopri recensioni e prezzi con GeekMap