inizia il processo contro Éric Guénette

inizia il processo contro Éric Guénette
inizia il processo contro Éric Guénette
-

L’8 agosto 2022, il corpo di Achraf Thimoumi, un cittadino marocchino di 20 anni, è stato ritrovato in un veicolo sullo Chemin de la Famille, a Stoneham.

“La persona sta sanguinando. Ho sentito degli spari prima”, ha detto una donna in preda al panico durante la chiamata ai servizi di emergenza presentata in tribunale.

Éric Guénette, 35 anni, non ha sparato ad Achraf Thimoumi. È piuttosto il suo amico Keven Prévost-Bouchard. Tuttavia, Guénette è accusata di omicidio di secondo grado. Si dichiara non colpevole.

Nel corso del processo, l’accusa tenterà di dimostrare che Éric Guénette era complice dell’omicidio di Achraf Thimoumi.

“Anche se non è Éric Guénette a impugnare l’arma, anche se non è Éric Guénette a sparare al signor Thimoumi, se ha aiutato il signor Prévost-Bouchard a commettere l’omicidio e s” sapeva cosa sarebbe successo, ha può anche essere ritenuto colpevole dell’omicidio”, spiega l’avvocato della corona, Me Fabien Villemaire.

Autista

L’8 agosto 2022, Éric Guénette, che vive nel settore del Lac Saint-Jean, si è recato in Quebec per aiutare il suo amico Keven Prévost-Bouchard. Quest’ultimo ha “problemi con il suo veicolo” e sembra aspettare un carro attrezzi sul ciglio della strada, secondo la versione della Corona.

Quando Prévost-Bouchard sale sul veicolo guidato da Éric Guénette, annuncia al suo amico che deve fare una deviazione per ritirare una consegna di un chilo di cocaina e che poi potranno andare insieme al garage per recuperare il vostro veicolo.

Guénette e Prevost-Bouchard si recano quindi nella zona di Stoneham per incontrare il fattorino, Achraf Thimoumi. In questo momento, Prévost-Bouchard preparerà un’arma da fuoco caricandola e Guénette, che è ancora al volante del veicolo, guiderà Achraf Thimoumi fino al Chemin de la Famille, una fila stretta e protetta dagli sguardi.

Sempre secondo la versione della Corona, l’autista fa un passo indietro in un ingresso per consentire al veicolo del signor Thimoumi di proseguire davanti al suo.

In quel momento, Keven Prevost-Bouchard è sceso dal veicolo, è andato alla finestra di Achraf Thimoumi e ha aperto il fuoco sei volte nella sua direzione, provocandogli la morte.

Complice?

Guénette sapeva che Prévost-Bouchard avrebbe sparato alla sua vittima? Questa domanda sarà al centro del processo.

“Se Guénette ha chiuso un occhio perché sospettava fortemente che Prévost Bouchard stesse per uccidere la vittima, possiamo trarre la conclusione che sapeva cosa sarebbe successo”, dice Me Villemaire.

Il processo a Éric Guénette davanti a una giuria di 12 persone proseguirà tutta la settimana presso il tribunale del Quebec.

-

PREV Questa madre vince una somma pazzesca di denaro al Lotto e prende una decisione inaspettata: “Pagherò…”
NEXT si dimentica di fermarsi a uno stop, sua madre muore