Brady Skjei pone fine ai guai del gioco di potere di Carolina e aiuta gli Hurricanes a battere i New York Rangers per estendere la serie

Brady Skjei pone fine ai guai del gioco di potere di Carolina e aiuta gli Hurricanes a battere i New York Rangers per estendere la serie
Brady Skjei pone fine ai guai del gioco di potere di Carolina e aiuta gli Hurricanes a battere i New York Rangers per estendere la serie
-

RALEIGH, Carolina del Nord (AP) – I Carolina Hurricanes hanno trasformato la loro ultima resistenza in una vittoria che prolunga la stagione. Incredibilmente, è stato il difficile gioco di potere a portarli lì.

Brady Skjei ha segnato nel power play con 3:11 rimasti per aiutare gli Hurricanes a battere i New York Rangers 4-3 sabato sera, salvando una spazzata vincendo Gara 4 della serie di playoff della NHL del secondo turno.

Il tiro dal dischetto di Skjei è arrivato da Tuevo Teravainen, con il disco che supera Igor Shesterkin per prendere l’angolo in alto a destra della porta e sbattere in rete. Questo è stato il primo gol di Carolina con il vantaggio maschile in 17 tentativi nella serie, e alla fine ha spinto Carolina in vantaggio definitivamente in una notte in cui gli Hurricanes hanno sprecato un vantaggio di due gol.

Non importa, però. Gli Hurricanes sopravvissero per combattere un altro giorno.

“Non mi interessa”, ha detto l’allenatore Rod Brind’Amour se ci fosse un significato in più nell’ottenere la vittoria con il vantaggio maschile. “Non stasera. Dobbiamo solo ottenere la W in questo periodo dell’anno.”

I Rangers ottengono un’altra possibilità di chiudere lunedì sera con il vantaggio per 3-1 quando la serie al meglio delle sette torna al Madison Square Garden per Gara 5.

Evgeny Kuznetsov, Stefan Noesen e Sebastian Aho hanno segnato ciascuno per Carolina, mentre Frederik Andersen ha concluso con 22 parate mentre gli Hurricanes cercano di diventare la quinta squadra a recuperare da un deficit di 3-0 per vincere una serie di playoff e la prima dal 2014.

Tutto è iniziato con Carolina che ha mostrato molti salti nel primo periodo, finendo sul 2-0 e il 3-1 ha portato a creare slancio.

“Ovviamente abbiamo giocato in modo molto aggressivo”, ha detto Aho, che ha terminato un feed di Jake Guentzel da vicino allo slot per il vantaggio di 3-1 con 4:31 rimasti nel primo periodo. “Abbiamo fatto quello che dovevamo fare. È stato un buon inizio. Vogliamo farlo di nuovo (in Gara 5).”

Gli Hurricanes hanno modificato la loro unità power-play per mettere Skjei nel gruppo di testa. E circa 30 secondi dopo un rigore di Ryan Lindgren, Skjei ha trasformato il vincitore mandando Teravainen e Aho a correre ad abbracciarlo e facendo ruggire di gioioso sollievo un pubblico di casa teso, anche se Skjei si sentiva invece di “decisamente festeggiare”.

“Ho voglia di affrontare ogni partita, provare ad avere fiducia e sentire che puoi essere la persona giusta per farcela”, ha detto Skjei. “Ovviamente non succede tutte le sere o così spesso. Ma questa è la nostra mentalità da qui in poi, semplicemente vincere la giornata.

Will Cuylle, Barclay Goodrow e Alexis Lafreniere hanno segnato per i Rangers, mentre Shesterkin ha concluso con 27 parate.

“È dura, ci siamo scavati una buca presto”, ha detto l’allenatore dei Rangers Peter Laviolette. “Non penso che sia stato perché non eravamo pronti a giocare. …Dobbiamo uscire un po’ più taglienti di così.

“Stavamo gareggiando, stavamo lavorando, stavamo cercando di fare il nostro lavoro in modo offensivo. Ma ci sono alcune cose in difesa per le quali pensavo che avremmo potuto fare un po’ meglio nel primo periodo”.

New York aveva vinto le prime sette partite di playoff dopo aver travolto Washington nel primo round e vinto le prime tre di questa serie, e aveva la possibilità di diventare la prima squadra a raggiungere l’8-0 in una post-stagione da quando Edmonton vinse le prime nove partite. sulla strada per vincere la Stanley Cup nel 1985.

Lafreniere aveva i Rangers a portata di mano quando ha capitalizzato un errore di Andersen, che ha lasciato che il suo pattino sinistro si estendesse oltre il palo mentre Lafreniere pattinava sul lato destro. Mentre pattinava verso la balaustra, Lafreniere ha rimbalzato il disco sul fianco sinistro di Andersen, poi in rete per il 3-3 al 2:04 del terzo periodo che ha sgonfiato il pubblico di casa.

La serie è iniziata con il potenziale per un forte dramma considerando che i Rangers, vincitori della Metropolitan Division, hanno vinto anche il Presidents’ Trophy come migliore squadra della stagione regolare del campionato, mentre gli Hurricanes – nei playoff per la sesta stagione consecutiva – hanno finito tre punti dietro ed sono entrati. i playoff della NHL come il favorito per vincere la Stanley Cup, secondo Bet MGM Sportsbook.

I finali serrati sono stati lì con i Rangers che hanno vinto 4-3 sia in Gara 1 che in Gara 2 – quest’ultimo in doppi tempi supplementari – e poi hanno vinto Gara 3 a Raleigh su punteggio OT di Artemi Panarin per la vittoria per 3-2. Ma i Rangers avevano vinto la battaglia tra squadre speciali in modo schiacciante, superando gli Hurricanes 5-0 con quattro gol in power-play e un punteggio short-handed, mentre il power play n. 2 di Carolina nella stagione regolare è entrato sabato a 0 per 15 della serie.

Carolina si è ritrovata a vuoto nel suo primo gioco di potere, ma Skjei alla fine ha dato agli Hurricanes una svolta disperatamente necessaria.

“Pensavo che il rigore fosse comunque buono”, ha detto Laviolette “Hanno tirato dal punto, l’ha martellato, aveva gli occhi. È stato un tiro d’angolo difficile, traffico davanti alla rete. C’erano molte cose da fare lì.

Playoff AP NHL: https://apnews.com/hub/stanley-cup e https://apnews.com/hub/nhl

-

PREV come Tiktok ha reso famoso un fan del cantante
NEXT Giornata vivace per celebrare la primavera