“È importante che i prezzi scendano per ridare potere d’acquisto alle famiglie”, avverte il presidente del Gruppo Century 21 Lafage e direttore della FNAIM 06

“È importante che i prezzi scendano per ridare potere d’acquisto alle famiglie”, avverte il presidente del Gruppo Century 21 Lafage e direttore della FNAIM 06
“È importante che i prezzi scendano per ridare potere d’acquisto alle famiglie”, avverte il presidente del Gruppo Century 21 Lafage e direttore della FNAIM 06
-

Il presidente del Gruppo Century 21 Lafage e direttore della FNAIM 06, Benjamin Mondou, conferma: “Abbiamo vissuto un anno difficile nel 2023, ma oggi le cose vanno molto meglio, le banche ricominciano a fare la loro parte, i tassi hanno ripreso a scendere e, in Costa Azzurra, abbiamo una clientela straniera molto presente e in forte crescita. il mercato, attratto dal clima e dai servizi legati all’aeroporto internazionale. L’attività e il volume delle vendite sono chiaramente in aumento.”

Ma sul versante immobiliare il cielo della Riviera non è privo di nuvole.

“Quando leggiamo tutti gli studi e vediamo i prezzi a livello nazionale, vediamo che stanno diminuendo drasticamentecontinua Benjamin Mondou. Ma qui stagnano, proprio perché abbiamo questa clientela che non si preoccupa dei tassi di interesse e, molto spesso, acquista senza chiedere mutui. Il che distorce il mercato”.

Lo specialista distingue inoltre due mercati completamente distinti: quello delle seconde case, riservato ai clienti stranieri e ai parigini che acquistano un immobile in Costa Azzurra, e quello delle residenze primarie, frequentato dai primi acquirenti e dai lavoratori locali.

Benjamin Mondou è presidente del Century 21 Lafage Group e direttore della FNAIM 06. Foto DR.

L’acquisizione di una residenza principale rimane complicata per chi acquista per la prima volta

“Con i prezzi di vendita praticati e il calo del potere d’acquisto delle famiglie, questo settore si sta rivelando complicatosottolinea Benjamin Mondou. Da un lato la Costa attira molti americani, anglosassoni e scandinavi che trovano i prezzi convenienti rispetto ad altre città europee e dall’altro abbiamo acquirenti per la prima volta che, non potendo acquistare, si rivolgono all’affitto, dove i beni scarseggiano. In realtà abbiamo un mercato degli affitti saturo. Questo è un vero problema e è qui che si rivela tutto l’antagonismo del mercato di Nizza.”

La soluzione secondo Benjamin Mondou? “È importante che i prezzi scendano, tocca a noi educare i nostri venditori in questo sensoinsiste. Dobbiamo ridare potere d’acquisto ai nuovi acquirenti e ai nostri giovani che non riescono più a trovare casa.”

Per i responsabili questo implica anche lo sviluppo di qualcosa di nuovo. “Oggi non esiste più una legge sull’esenzione fiscale e quindi non ci sono più investitori. Ma se abbiamo cose nuove a prezzi coerenti, con tassi di interesse altrettanto coerenti e una legge sull’esenzione fiscale, gli sviluppatori torneranno e avremo di nuovo azioni e un mercato equilibrato…”

“I prezzi sul mercato della Riviera sono stagnanti”, conferma il presidente dell’Osservatorio immobiliare Habitat Côte d’Azur

Cyril Messika, presidente dell’Osservatorio immobiliare Habitat Côte d’Azur (la cui pubblicazione dei dati del primo trimestre del 2024 è imminente), conferma: “L’attività rinnovata c’è e i prezzi immobiliari non sono esplosi. La tendenza è verso stagnazione.”

Una realtà osservata dai professionisti del settore, in controtendenza rispetto alla tendenza nazionale poiché i prezzi dei vecchi immobili sono diminuiti in Francia del 4% su un anno alla fine del 2023, secondo l’indice Notaires-Insee pubblicato lo scorso febbraio.

“Durante il periodo post-Covid, la Costa Azzurra ha attirato una clientela metropolitana e internazionale che, pur investendo maggiormente nell’istruzione secondaria, si è rivolta all’acquisizione di residenze primarie. Ciò ha comportato un aumento della domanda e un balzo dei prezzi al m² fino alla fine del 2022. Dalsottolinea David Ghnassia, i prezzi sono stagnanti, anche seNel mercato premium, in alcune zone come il porto e il Mont Boron, notiamo un leggero aumento.”

Un mantenimento che, per l’agente immobiliare, si spiega con il patrimonio della Costa Azzurra. “Il clima, il mare, la montagna, la vicinanza all’Italia, l’aeroporto internazionale di Nizza Costa Azzurra… Tutti questi elementi spiegano il mantenimento dei prezzi.”

-

PREV Raide Carpet: E la Palma d’Oro della polemica sarà…
NEXT Parigi FC. A che ora e su quale canale guardare il girone playoff di D1 femminile?