Smettiamola di considerare normale che i giovani vivano nella miseria e nel disagio

Smettiamola di considerare normale che i giovani vivano nella miseria e nel disagio
Smettiamola di considerare normale che i giovani vivano nella miseria e nel disagio
-

Non ascolto molto le vecchie canzoni, ma l’altro giorno ne ho sentite Cuando era più giovane [“Quand j’étais plus jeune”] di Joaquín Sabina – un bel pezzo, in effetti -, e mi ha raggelato: quello che dice è atroce dall’inizio alla fine, chi può volere la gioventù povera di cui parla?

Mi ha fatto pensare al mio amico Álvaro, che lavora per una società di sorveglianza come installatore di allarmi, ovviamente pagato su commissione. Álvaro mi raccontò che era allo stremo, esausto, e che non vedeva alcun miglioramento, che lavorava ore e ore, a volte più di sessanta ore alla settimana, e che non cambiava nulla. Si consuma le mani lavorando (e incrociando le dita) nella speranza di vincere il suo com’, ma tutto invano, visto che nonostante lo stipendio e gli extra al mercato nero rimane povero. Gli sembra di essere in un tunnel di cui non riesce a vederne la fine, davanti a una parete cieca irta di intonaco contro la quale sbatte soltanto, e fa male.

Tuttavia, ciò che fa impazzire Álvaro, ancor più della sua situazione, è ciò che gli dicono i suoi genitori e le persone che lo circondano. Quando spiega agli amici, soprattutto a quelli più grandi, che si ammazza lavorando dalla mattina alla sera senza potersi permettere niente di meglio di una ridicola stanza in fondo al corridoio di un umido appartamento del centro città, non lo fa solo non simpatizzano, ma lo trovano romantico.

Sopravvivere con tre franchi e sei soldi

Fantasticano sia la povertà che le frustrazioni di Álvaro, la sua energia e la sua determinazione, le sue ore di lavoro extra e la sua insonnia pensando al suo scoperto e al suo proprietario. Romanticizzano la sua giovinezza, i suoi vent’anni, i suoi pettorali muscolosi, ma anche la sua determinazione ad uscire da lì quando, siamo realistici, ci sono pochissime possibilità che Álvaro riesca mai a uscire da questo pasticcio.

-

PREV L’esercito afferma di aver rilevato 45 aerei cinesi intorno all’isola
NEXT Calcio – Ligue 2. Possibile proseguimento, Thomas Callens titolare, Lucas Buades assente…: cosa sapere prima di Rodez