Perché dovresti acquistare azioni prima del rapporto sull’inflazione della prossima settimana

Perché dovresti acquistare azioni prima del rapporto sull’inflazione della prossima settimana
Perché dovresti acquistare azioni prima del rapporto sull’inflazione della prossima settimana
-
Spencer Platt/Getty Images
  • Secondo Tom Lee di Fundstrat, gli investitori dovrebbero acquistare azioni prima della pubblicazione del rapporto CPI di aprile della prossima settimana.

  • Ha affermato che l’impostazione sembra favorevole per un aumento dei prezzi delle azioni man mano che la disinflazione fa progressi.

  • Un rapporto CPI in linea o migliore aumenterebbe le possibilità di tre tagli dei tassi di interesse quest’anno, ha affermato Lee.

Secondo Tom Lee di Fundstrat, gli investitori dovrebbero acquistare azioni prima della pubblicazione del rapporto CPI di aprile della prossima settimana.

Lee ha affermato in una nota venerdì che l’operazione “buy in May” è ancora in pieno vigore dopo che l’S&P 500 è salito di quasi il 4% finora questo mese.

Lee si aspetta che questi guadagni continuino con l’imminente rapporto sull’indice dei prezzi al consumo di aprile che probabilmente mostrerebbe progressi nella disinflazione, il che spingerebbe le azioni al rialzo mentre gli investitori passeranno a scontare più di due tagli dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve quest’anno.

“Riteniamo che un CPI di aprile ‘in linea’ farà sì che il numero di tagli della Fed aumenti da ~1,8 (entro la fine del 2024) a 2,5 tagli o più”, ha detto Lee. “La logica, a nostro avviso, è che l’indice dei prezzi al consumo di aprile metterà in luce la possibilità che l’impatto sproporzionato dell’assicurazione auto sull’indice dei prezzi al consumo stia diminuendo.”

Gli economisti si aspettano che l’indice dei prezzi al consumo di aprile, che sarà pubblicato mercoledì mattina, sia in rialzo dello 0,31%.

Lee ha affermato che le sue prospettive rialziste a breve termine sono corroborate dai continui cali dell’indice di volatilità, del dollaro USA e dei tassi di interesse a lungo termine. Inoltre, non guasta il fatto che altre banche centrali stiano iniziando a tagliare i tassi di interesse.

Mercoledì la Riskbank svedese ha tagliato i tassi di interesse per la prima volta dal 2016 e la Banca d’Inghilterra ha riferito che i tagli dei tassi di interesse sono imminenti.

“In conclusione, siamo ancora ‘acquistare a maggio.’ Il fatto che le azioni siano aumentate questa settimana è un segnale positivo e la prossima settimana ci aspettiamo che i dati in arrivo mostrino un generale indebolimento delle componenti chiave dell’inflazione”, ha affermato Lee.

Leggi l’articolo originale su Business Insider

-

PREV un automobilista muore investito da un treno a Dampremy, l’alluvione aveva abbattuto il passaggio a livello!
NEXT L’oro di Quimbaya rivendicato dalla Colombia