Binance si registra presso l’autorità di vigilanza finanziaria indiana per riprendere le operazioni

Binance si registra presso l’autorità di vigilanza finanziaria indiana per riprendere le operazioni
Descriptive text here
-

Binance, il più grande exchange di criptovalute al mondo, si è registrato presso la Financial Intelligence Unit (FIU) indiana, ha detto venerdì un alto funzionario della FIU, mentre l’exchange cerca di riprendere le attività di trading nel paese.

All’exchange è stato vietato di operare in India a dicembre per non conformità con le normative locali nell’ambito della repressione del watchdog finanziario sugli scambi di criptovaluta offshore che operavano nel paese senza registrazione.

L’India richiede che i fornitori di servizi di asset digitali virtuali, come gli scambi di criptovaluta, siano registrati presso la FIU come entità segnalante e rispettino gli obblighi previsti dalle norme antiriciclaggio del paese.

Sebbene Binance si sia registrato presso la FIU, potrà riprendere le operazioni solo dopo aver pagato una penalità per precedenti non conformità, che deve ancora essere determinata, ha affermato Vivek Aggarwal, direttore della FIU.

Nel dicembre 2023, la FIU ha inviato notifiche formali a nove scambi di criptovalute offshore per non conformità alle norme locali.

L’Autorità finanziaria ha inoltre chiesto al Ministero dell’Elettronica e dell’Informatica di bloccare l’accesso online alle borse.

Anche l’exchange di criptovalute offshore KuCoin si è registrato presso la FIU e ha ripreso le operazioni dopo aver pagato una multa di 3,45 milioni di rupie (41.313 dollari), ha affermato Aggarwal.

Kucoin ha annunciato la sua registrazione a marzo, ma non ha fornito dettagli sulla sanzione.

Binance e KuCoin non hanno risposto immediatamente alle e-mail in cerca di commenti.

($ 1 = 83,5073 rupie indiane) (Segnalazione di Jaspreet Kalra; Montaggio di Mrigank Dhaniwala)

-

PREV Buona giornata contro l’omofobia, signor Serge
NEXT Gaza, Ucraina, Olimpiadi 2024, inflazione, servizi pubblici: una pioggia di rivendicazioni a Martigues durante il 1° maggio