Il Boeing Starliner rischia un “disastro”, avverte l’appaltatore della NASA

Il Boeing Starliner rischia un “disastro”, avverte l’appaltatore della NASA
Il Boeing Starliner rischia un “disastro”, avverte l’appaltatore della NASA
-

Dopo un ritardo dell’ultimo minuto dell’inizio della missione del Boeing Starliner all’inizio di questa settimana, un appaltatore della NASA ha avvertito l’agenzia spaziale che problemi potenzialmente disastrosi potrebbero ancora nascondersi nel razzo Atlas V.

Il ritmo della Q1 di Krispy Kreme guidato dalle ciambelle al cuore

La NASA ha ritardato la missione di inizio con equipaggio il Boeing Starliner lunedì, appena due ore prima del lancio previsto al Kennedy Space Center. Mercoledì, l’appaltatore dell’agenzia spaziale ValveTech ha chiesto pubblicamente di sospendere il lancio fino a quando lo Starliner non sarà ritenuto sicuro e avvertito di un potenziale disastro. È stato ordinato il ritardo sostituire una valvola di regolazione della pressione sul serbatoio di ossigeno liquido del razzo Atlas V. La NASA non tenterà un altro lancio almeno fino al 17 maggio.

Lo ha dichiarato la Nasa il lancio di lunedì è stato annullato a causa del “comportamento oscillante della valvola durante le operazioni di prelancio”. Durante i preparativi la valvola è stata chiusa per smorzare il ronzio ma il fenomeno si è ripetuto due volte durante le operazioni di prelievo del carburante. ValveTech vede questo comportamento oscillante come un possibile sintomo di un grosso problema. Lo ha detto il presidente di ValveTech, Erin Faville in un comunicato:

“In qualità di stimato partner della NASA e di esperti di valvole, li esortiamo fortemente a non tentare un secondo lancio a causa del rischio che si verifichi un disastro sulla rampa di lancio. Secondo i resoconti dei media, qualcuno che camminava vicino allo Starliner pochi minuti prima del lancio ha notato un ronzio che indicava che la valvola perdeva. Questo suono potrebbe indicare che la valvola ha superato il suo ciclo di vita.”

“La NASA deve raddoppiare i controlli di sicurezza e riesaminare i protocolli di sicurezza per assicurarsi che lo Starliner sia sicuro prima che accada qualcosa di catastrofico agli astronauti e alle persone a terra”.

La NASA ha assegnato a Boeing un contratto da 4,2 miliardi di dollari per il trasporto commerciale dell’equipaggio nel settembre 2014, insieme a 2,6 miliardi di dollari per SpaceX. Il primo lancio con equipaggio dello Starliner era inizialmente previsto per il 2017. Tuttavia, ritardi nello sviluppo e problemi tecnici rinviato il lancio fino a questo mese. I ritardi sono costati a Boeing 1,5 miliardi di dollari.

Mentre lo Starlined ha avuto difficoltà, il razzo Atlas V è un veicolo di lancio collaudato ed è in servizio dal 2002. L’Atlas V è stato progettato da Lockheed Martin ed è attualmente prodotto dalla United Launch Alliance, una joint venture tra Boeing e Lockheed Martin. Il razzo è prossimo al pensionamento con solo 17 lanci rimasti prima di essere sostituito dal Vulcan dell’ULA, il primo nuovo progetto di razzo della collaborazione.

Le preoccupazioni di ValveTech riguardano il fatto che un disastro metterebbe in pericolo la vita degli astronauti Barry Wilmore e Sunita Williams, nonché delle persone a terra. I problemi del controllo qualità di Boeing verrebbero intensificati a una scala astronomica ben oltre il tappo della porta saltato su un volo dell’Alaska Airlines, aerei di linea scadenti e due informatori morti.

Una versione di questo articolo è apparsa originariamente su Jalopnik.

-

PREV Inondazioni in Europa occidentale: gravemente colpiti Germania, Francia, Belgio e Paesi Bassi
NEXT Rivolte mortali in Nuova Caledonia: operazione su larga scala di 600 gendarmi per “riprendere il controllo totale” del territorio