Inflazione: il principale AM ​​scommette sugli “asset reali”

Inflazione: il principale AM ​​scommette sugli “asset reali”
Inflazione: il principale AM ​​scommette sugli “asset reali”
-

(AOF) – “Lo scenario disinflazionistico si è impantanato”, notano Marc Dummer, gestore del portafoglio clienti, e Mike Reidy, direttore, gestore del portafoglio clienti presso Principal Asset Management, ricordando che il consumo di inflazione base annualizzata dei prezzi di base negli Stati Uniti è aumentato da 1,5 % nel quarto trimestre del 2023 al 4,4% nel primo trimestre del 2024. “Con un’inflazione più persistente del previsto, il ruolo degli asset reali in un portafoglio diversificato è sempre più importante per mitigare gli effetti dell’inflazione.

“Storicamente, nei periodi di elevata inflazione, i beni reali, come le materie prime e gli immobili, hanno contribuito a mitigare i rischi associati alle difficoltà economiche”, sottolineano i gestori. “Nel 1970, un periodo non dissimile dal contesto odierno, in cui azioni e obbligazioni non riuscivano a tenere il passo con l’inflazione, gli asset reali generavano rendimenti superiori al tasso di inflazione” .

Nel 2022, azioni e obbligazioni tradizionali “sono diminuite quasi contemporaneamente”, mentre “la strategia 60/40 ha registrato la sua peggiore performance dal 2008 e una delle peggiori della sua storia”. Al contrario, “gli asset reali hanno sovraperformato, con le materie prime che hanno facilmente raggiunto la loro migliore performance dai tempi della crisi finanziaria globale”.

-

PREV Francia – Mondo – Messico: nove morti e 78 feriti nel crollo di un tendone durante un comizio elettorale
NEXT 10 spettacoli di danza da vedere a giugno