Pro D2: terza sconfitta a La Rabine per l’RC Vannes

Pro D2: terza sconfitta a La Rabine per l’RC Vannes
Pro D2: terza sconfitta a La Rabine per l’RC Vannes
-
Pro D2 (29a giornata). RC Vannes – Brive: 21-26

Anche se l’RC Vannes aveva già in tasca la sua metà a La Rabine, questo penultimo incontro della fase regolare della Pro D2 non è stata una passeggiata nel parco. Di fronte, i Brivisti avevano bisogno di un successo per credere ancora in una fase finale play-off e si sono presentati con le armi in mano e il coltello tra i denti.

E quella che si preannunciava come una piccola prova generale per gli abitanti di Vannes che speravano di mantenere la loro leadership si trasformava a volte in una battaglia di trincea. I Corréziens iniziano flirtando con la linea di porta bretone ma vengono fermati da un attaccante a 5 metri (4′).

Solo un passo avanti all’intervallo

I Vannes hanno poi ripreso le mani sul pallone e sulla partita. Vincitori sia in mischia che a bordo campo, gli abitanti di Vannes hanno impiegato solo una decina di minuti per dimostrare la loro forza e segnare la prima meta del capitano Edwards (11′; 7-0).

Tuttavia, il dominio della capolista si è affievolito e il CAB, ancora alla ricerca di un’ipotetica partecipazione alla fase finale, si è precipitato allo sfondamento e ha approfittato del rilassamento del Morbihan per mostrare i denti e segnare per primo su rigore (Olding, 15′; 7-3 ) poi con una meta (Carbonneau 15′; 7-10). E se l’RCV, tagliente ed efficace offensivamente, non è andato lontano dal chiudere il primo periodo con un distacco significativo, la meta di Leafa è stata respinta (38′) e Vannes alla fine ha avuto solo un piccolissimo punto di vantaggio (14-13, dopo la meta di Bordelai). al 28′) all’intervallo.

Brive decolla

Il secondo tempo è stato dello stesso tipo: una dura lotta durante la quale le due squadre non si sono fatte favori. Brive ha addirittura spinto al limite la capolista (che non ha mostrato il suo volto migliore) dopo la meta tra i pali di Shvelidze (55′; 14-20). Olding ha provato due volte a tentare i rigori dalla distanza (64′ e 66′) e la seconda volta ha regalato agli ospiti un vantaggio di nove punti. Bisogna quindi aspettare fino al 70′ per vedere Vannes schierare un’offensiva vittoriosa (21-23). Ma Brive non si arrende (rigore di Raffy al 74′; 21-26). E l’RCV ha concesso la terza sconfitta al La Rabine, dopo quelle contro Provenza e Grenoble.

Scheda dati

Arbitro: Signor Bru

Spettatori: 11.865.

Punti. RC VANNES: 3 mete: Edwards (11′), Bordelai (28′), Surano (68′); 3 conversioni: Lafage (12′, 28′, 69′). CA Brive: 2 mete: Carbonneau (19′), Shvelidze (55′); 2 conversioni: Olding (20′, 55′); 4 rigori: Olding (15′, 31′, 65′), Raffy (74′)

VALVOLE RC: Debaes – Surano, Vilaseca (Taccola, 67′), Arrate, Camou – Lafage, Ruru (Le Bail, 69′) – Edwards (berretto), Bazin (Gorrissen, 48′), Pedemonte (Marks, 67′) – Desjeux, O’Shea (Kalamafoni, 48′), – Tafili (Bourgeois, 54′, Tafili, 75′), Leafa (Beziat, 48′), Bordelai (Bessonart, 58′).

OTTIENE: Krone – Ferté, Shvelidze, Johnson, Bonneval – Olding (berretto) (Delannoy, 67′), Carbonneau (Raffy, 67′) – Sadrugu (Voisin, 54′), Moriarty (Sadrugu, 67′), Marais – Ratuva (Usarraga , 51′), Van Eerten – Van Der Merwe (Marchetti, 23′, Van Der Merwe, 67′), Da Silva (Boudou, 54′), Brennan (Fraissenon, 29′).

-

PREV VIDEO. “Il sindaco vuole che la città diventi una piccola Saint-Tropez”, lo sgomento di un pescatore a cui è stato impedito di stabilirsi nel porto di Banyuls-sur-Mer
NEXT chi è il suo ultimo compagno?